Quantcast

Manifattura sud, l’opposizione chiede un confronto “all’americana” con Comune e Fondazione

La proposta di Lega, Forza Italia, SiAmo Lucca, Difendere Lucca e Movimento 5 Stelle per la trasparenza. Ipotesi di data giovedì 22 aprile

Un incontro tra Comune e Fondazione e aperto ai commercianti per parlare del futuro della manifattura sud dopo le ultime “rivelazioni” sul progetto. È questa la proposta di Lega, Forza Italia, SiAmo Lucca, Difendere Lucca e Movimento 5 Stelle che lanciano l’iniziativa con l’ipotesi di una data: giovedì (22 aprile) alle 21 sulla piattaforma zoom.

“Un confronto all’americana, in cui ognuno porta i suoi tecnici  per spiegare nel dettaglio alla città e alle sue categorie il progetto per la manifattura sud: iniziando dai commercianti, in fibrillazione in questi giorni per le rivelazioni sui 4mila metri quadrati di superficie che nel complesso sarà riservata a nuovi negozi – si legge nella nota -. Dai documenti di cui sono venuti in possesso alcuni consiglieri comunali di opposizione e illustrati pubblicamente, emerge che esiste già un progetto esecutivo per la trasformazione della Manifattura Sud, legato ad un piano economico finanziario dei privati che vogliono investirvi alcuni milioni di euro e prima di farlo devono conoscere le destinazioni d’uso. Il sindaco si è affrettato a smentire, dicendo che la decisione definitiva avverrà solo dopo l’adozione del piano attuativo, ma a noi non sembra così e pare invece tutto già stato stabilito. Quale miglior soluzione che organizzare una riunione via zoom tra esponenti della giunta municipale e dell’opposizione, dove ognuna delle parti può portare dei tecnici di fiducia, e alla quale far partecipare i commercianti che vorranno? Così potranno fare domande per chiarire i loro dubbi, ed ascoltare entrambe le campane”.

“A confortarci sulla bontà di questa proposta – proseguono partiti e liste civiche – è stata anche la lettera inviata dal presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Marcello Bertocchini, ai vertici di Confcommercio: e nella quale ha in pratica ammesso che il progetto esiste e c’è pure tutta quella superficie commerciale prevista: smentendo di fatto Tambellini.  Nel massimo rispetto come sempre di tutte le figure istituzionali coinvolte nella vicenda, per fare luce una volta per tutte non resta che fare un confronto a cui auspichiamo accetti di partecipare anche la Fondazione Cassa stessa e il partner Coima. Senza polemiche e nell’intento di un giusto processo di trasparenza. La presentazione del progetto per la Manifattura che sottolineano di aver fatto alle associazioni di categoria, deve evidentemente aver riguardato ristretti organismi, perché i lucchesi lo hanno conosciuto solo dopo le rivelazioni fatte dall’opposizione con carte alla mano.  Da qui l’appello: giovedì, tutti insieme, confrontiamoci in diretta con chi chiede chiarimenti e vuole porre quesiti: accettate? Aspettiamo una cortese risposta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.