Quantcast

Indennizzi, sociale e urgenze: in Consiglio una variazione di bilancio da 1,7 milioni

Fra le voci anche un parziale risarcimento alla famiglia della donna travolta da un albero su viale Luporini. Sconto sull'Imu a chi riduce il canone di affitto commerciale

Va in Consiglio oggi pomeriggio (27 aprile) la ratifica della delibera di giunta sulla variazione del bilancio di previsione 2021. Ad illustrarla in commissione è stato l’assessore Giovanni Lemucchi.

Si tratta di una variazione da oltre 1,7 milioni di euro “coperta – ha spiegato – con parte delle quote accantonate in sede di bilancio di previsione”.

“Le voci principali – ha detto – della variazione – riguardano 410mila euro di indennizzo alla famiglia della signora travolta da un albero in viale Luporini, recentemente deceduta, l’acquisto di due auto in dotazione alla polizia municipale, l’aumento di 331mila euro di stanziamento per il sociale di cui 260mila euro per i buoni spesa per le famiglie in difficoltà e i 500mila euro per gli interventi urgenti di messa in sicurezza alla manifattura nord dopo la liberazione del cantiere dall’Ati fallita”.

Sul tema sono sorti i dubbi del consigliere del gruppo misto, Enrico Torrini, in particolare sull’indennizzo a seguito della caduta dell’albero: “Come mai – si chiede – non è l’assicurazione a coprire la provvisionale? È forse stata esclusa la colpa grave nella polizza? Bisognerebbe capire come è stata gestita questa situazione. Di certo c’è che la signora l’abbiamo lasciata agli stenti fino alla morte, senza alcun risarcimento in vita”. Sul tema Marco Martinelli, capogruppo di Fratelli d’Italia, chiede di dedicare una approfondimento in una commissione apposita.

Sempre nella seduta in videoconferenza si è discusso anche della nuova aliquota Imu per quei proprietari di fondi commerciali che abbassino il canone di locazione. Alla norma che regola le aliquote è stata aggiunta una lettera M che prevede il pagamento dello 0,76 invece dell 1,06 per mille. “Un’aliquota – ha spiegato l’assessora alle attività produttive, Chiara Martini – equiparata a quella prevista per il comodato d’uso gratuito. Sul tema e sulle modalità avremmo voluto un confronto al tavolo istituzionale in prefettura, che non si è ancora mai riunito. La riduzione è destinata a chi riduce del 20 per cento il canone rispetto ai prezzi medi dell’osservatorio del mercato immobiliare o a chi decide di ridurlo per i motivi legati alla pandemia per gli anni 2020 e 2021”.

“È solo un inizio di un percorso – ha spiegato l’assessora – come dimostra anche il fatto che questo sconto è rivolto solo alle persone fisiche e non alle persone giuridiche”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.