Quantcast

Manifestazione no mask, Partito Comunista: “A organizzatore migliaia di euro per eventi musicali da Fondazione Crl”

La nota: "Le vere museruole non sono le mascherine di stoffa"

Manifestazione no mask, interviene il Partito Comunista.

“Ci chiediamo – dice – Perché queste indegne iniziative, che mettono seriamente a repentaglio la sicurezza e la salute altrui, trovano spazio e risalto sui giornali e sulle tv? La gravità di questa grottesca iniziativa è sotto gli occhi di tutti.  Tali deliri negazionisti, assurdi quanto offensivi e pericolosi, pretendono di criticare tutto e tutti in nome della “libertà” ma si guardano bene dal colpire radicalmente il sistema nella sua struttura economica profondamente iniqua. Facile avere visibilità sfruttando i problemi di salute del prossimo”.

“Il fatto – aggiunge il Partito Comunista – assume una gravità inaudita se pensiamo che la Fondazione Crl ha erogato migliaia di euro per il festival di questo signore. Personaggio che, pare un caso, non esprime mai disappunto per i progetti discutibili dove la Fondazione è coinvolta, come il caso della riqualificazione della manifattura di Lucca. A riprova che le vere museruole non sono le mascherine di stoffa, i padroni e i loro guinzagli tintinnanti possiedono museruole ben più persuasive.”.

“Come Partito Comunista – conclude la nota – continueremo senza sosta a criticare la gestione capitalistica della pandemia e le sue carenze strutturali, ribadendo con forza la necessità di una sanità pubblica, accessibile e gratuita per tutti“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.