Quantcast

Keu, c’è il piano di analisi e monitoraggio per individuare le contaminazioni

L’assessora all’ambiente Monia Monni lo ha illusrato ai sindaci delle località potenzialmente a rischio

Rischio inquinamento dagli scarti di conceria, si corre ai ripari.

L’assessora all’ambiente Monia Monni ha incontrato oggi (10 maggio) i sindaci di Bucine, Pontedera, Empoli, Montaione, Pisa, Massarosa, Peccioli e Crespina, comuni in cui sono presenti le aree in cui è stato ipotizzato l’impiego di materiale potenzialmente dannoso per l’ambiente e ad oggi oggetto di indagini da parte della Dda di Firenze.

“Quello di oggi è stato un incontro molto importante –  spiega Monia Monni -, poiché in questa occasione è stato presentato il piano delle attività di analisi e monitoraggio per individuare eventuali contaminazioni da keu all’interno di siti e impianti di queste zone. Il piano è stato presentato dagli uffici regionali competenti insieme ad Arpat. Inoltre abbiamo costituito i tavoli tecnici, uno per ogni sito, che, oltre ad occuparsi delle analisi dell’area, predisporranno un piano di monitoraggio periodico, al fine di favorire un controllo prolungato e preciso, attraverso controlli ambientali di verifica dei livelli di inquinamento”.

“All’interno dei piano – prosegue – sono già previsti eventuali interventi di rimozione delle sostanze inquinanti, messa in sicurezza e bonifica dell’area, dell’impianto o del sito”.

L’assessora Monni ha poi voluto ringraziare “oltre il personale della Regione e di Arpat, i sindaci. È fondamentale – conclude Monni – perseguire l’obiettivo primario della salute dei cittadini e dell’ambiente, con collaborazione e impegno istituzionale comune”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.