Quantcast

Azione: “Sanità in Valle, la Asl presenti il piano delle assunzioni”

Il coordinamento del partito della Valle del Serchio: "Bene gli investimenti strutturali ma serve il potenziamento del personale"

Sanità in Valle del Serchio: servono certezze e programmazione. È quello che chiede il coordinamento di Azione della Valle del Serchio, che ieri pomeriggio (venerdì 14) ha incontrato cittadini, rappresentanti istituzionali e sindacali, operatori sanitari e iscritti della Mediavalle e della Garfagnana per affrontare il tema, complesso, della sanità in Valle del Serchio.

Bene gli investimenti strutturali sui due ospedali, Barga e Castelnuovo – spiegano in una nota -, ma il nostro territorio ha bisogno di ulteriori certezze e di programmazione. Chiediamo un incontro, a livello di conferenza zonale dei sindaci, con la direzione generale dell’azienda usl Toscana nord-ovest, affinché ci presenti un documento scritto rispetto alla programmazione della sanità nelle nostre zone. Vanno bene gli investimenti nelle strutture, ma servono investimenti anche sul personale, medico, sanitario e tecnico, sia per quanto riguarda gli ospedali sia per i presidi territoriali”.

“Non possiamo accettare che un residente della Valle – prosegue Azione – vada a Lucca per fare esami diagnostici o aspetti tre mesi per un elettrocardiogramma. Se vogliamo che il nostro territorio non si spopoli e continui a crescere e ad attrarre nuove persone, nuove opportunità, bisogna che i servizi primari siano garantiti, tutelati e accresciuti. Per questo motivo, anche in occasione dell’incontro che abbiamo tenuto ieri pomeriggio con il mondo delle istituzioni, dei sindacati e con gli stessi operatori sanitari, è emersa una necessità forte: conoscere i piani della direzione generale rispetto allo sviluppo socio-assistenziale e sanitario della Valle del Serchio. Da qui a un anno quante assunzioni sono previste rispetto alle carenze attuali? Come si pensa di integrare e sostituire gli ulteriori pensionamenti? Sono previsti investimenti sui macchinari e sulla strumentazione? Come si rafforzano i presidi territoriali?”.

“Ecco – conclude la nota – abbiamo bisogno che tutto questo ci venga spiegato da chi ha il potere politico e la volontà di decidere: per questo motivo vorremmo che la direzione aziendale intervenisse in una delle prossime conferenze zonali dei sindaci della Mediavalle e della Garfagnana e ci presentasse un documento programmatico. Alle parole delle settimane scorse, agli annunci di investimenti e di risorse, ora, serve dare seguito con i fatti. Scritti nero su bianco. E l’importante è poi mantenere quanto scritto, perché i cittadini hanno bisogno di certezze”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.