Quantcast

Vietina: “Preoccupante che nessuno dal centrodestra abbia preso le distanze da Della Nina”

"A Voghera è morto un rifiuto umano", ha scritto il consigliere di Porcari. L'assessore: "Parole del genere non andrebbero mai pronunciate"

“Ho atteso nella speranza che qualcuno prendesse le distanze. Ho atteso invano. Non è l’uso spavaldo dei social. Non è la faciloneria con cui si usano le parole. È la volontà che fa paura”. Con queste parole l’assessore di Lucca, Ilaria Vietina commenta le frasi pubblicate su Facebook a commento del caso di Voghera, da parte del consigliere comunale di centrodestra a Porcari, Massimo Della Nina.

“È l’intenzione, consapevole, che preoccupa – afferma Vietina -. Non si possono scrivere parole come ‘non è morto nessuno. Un autentico rifiuto umano. Oggi il mondo è un po’ più pulito. Feccia. A Voghera non è morto nessuno’.
Il peso delle parole è grande, ancor più quando ad utilizzarle sono i rappresentanti politici di un territorio. Non si può calpestare la vita e la Costituzione con così tanta superficialità e violenza. Ad oggi nessun rappresentante del centrodestra lucchese, ad ogni livello, ha sentito il dovere di prender le distanze dal collega di Porcari. È il segno di una timidezza imbarazzante o di una vicinanza valoriale inaccettabile. Per quanto mi è possibile mi opporrò con determinazione a questa cultura del disprezzo che tenterà di arrivare a governare Lucca”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.