Quantcast

Cambiamo!: “Snobbati dal centrodestra, pronti a correre da soli”

Il movimento: "Esclusi dai tavoli perché ritenuti non rilevanti"

“Snobbati dal centrodestra, siamo pronti a correre anche da soli per le amministrative 2022 a Lucca”. A dirlo è il gruppo Cambiamo!.

“Siamo moderati ma anche incazzati perché il modus operandi di preparare gli impegni elettorali portato avanti da alcuni rappresentanti politici di centrodestra non è certo dei più lungimiranti – sostiene il movimento in una nota -. Almeno questo è quello che è accaduto nei nostri confronti-ha dichiarato il direttivo provinciale di Cambiamo!- Siamo rimasti esclusi da ogni riunione”.

“Dopo mere promesse di essere invitati alla volta successiva ai tavoli programmatici da parte di esponenti provinciali – si spiega -, non siamo più disposti e disponibili ad aspettare chi di fatto ci vuole lasciare volutamente fuori da questa competizione elettorale. Incredibili le posizioni di quei rappresentanti che senza rispetto esternano il pensiero che il nostro partito sarebbe avulso ed insignificante da questo contesto elettorale per pretendere di partecipare. Ci sentiamo offesi da certi atteggiamenti che dovrebbero essere maggiormente attenzionati dai coordinatori regionali, perché le loro segreterie nazionali dovrebbero essere al corrente che Cambiamo! È firmatario alla pari degli accordi nazionali per i comuni sopra i 15 mila abitanti. Noi non siamo abbastanza presuntuosi da voler decidere in altri partiti chi debba ricoprire l’incarico di coordinatore e per tanto vorremmo pari rispetto dei nostri”.

“Se non siamo ritenuti importanti – affermano dal direttivo provinciale -, allora in futuro nessuno avanzerà pretese se il nostro partito, più avanti sicuramente Coraggio Italia, dovesse intraprendere un percorso autonomo con un proprio candidato, o in alternativa andasse a sostenere un’altro candidato fuori dalla classica e naturale coalizione. Crediamo che Lucca abbia bisogno di due cose: dare un taglio con il passato; lasciarsi alle spalle queste stucchevoli politiche divisorie, coinvolgendo di fatto tutte le forze su un candidato in grado di dare a Lucca un nuovo e capace governo. Vogliamo una politica al servizio del cittadino e non il contrario, questo dev’essere chiaro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.