Quantcast

Martinelli e Fantozzi (Fdi): “Lucca capitale del fumetto, ma il museo non apre”

I rappresentanti del partito della Meloni: "Sul tema come al solito annunci tanti ma fatti zero"

È paradossale essere la capitale del fumetto senza avere un museo del fumetto aperto, nonostante gli annunci della sinistra che da sette anni si sono susseguiti”. Lo dichiarano il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Vittorio Fantozzi, ed il presidente del gruppo consiliare Fdi di Lucca, Marco Martinelli.

“Il Muf, museo del fumetto – aggiungono gli esponenti del partito di Giorgia Meloni – è chiuso dall’1 ottobre 2014. Il 27 agosto dello stesso anno l’amministrazione comunale di Sinistra annunciava un’apertura straordinaria temporanea che, nelle intenzioni, avrebbe dovuto rappresentare un’esposizione lancio che fosse il prototipo di quello che dovrebbe essere stato il Muf una volta riaperto ufficialmente. Successivamente il sindaco e la giunta di sinistra presero l’impegno di riaprirlo per il novembre 2016 in occasione del cinquantenario del fumetto a Lucca. La realtà è che sono passati ben 7 anni e del museo del fumetto si continua solo a parlare a livello di comunicati stampa della giunta con annesse distribuzione di colpe per la mancata riapertura”.

“Adesso l’ultima frontiera è rappresentata dalla ripartenza dei lavori del Piuss nella parte nord del complesso della manifattura con l’assessore alla cultura che, solo pochi giorni fa, ha nuovamente  ribadito l’impegno “per portare a compimento la realizzazione del progetto del nuovo e più versatile spazio espositivo dedicato al mondo del fumetto nell’ambito della manifattura con l’Expo Fumetto”.

“Siamo alle solite – concludono Fantozzi e Martinelli – annunci tanti ma fatti zero. Questo è il modello di governo rappresentato dalla sinistra che noi intendiamo ribaltare una volta vinte le elezioni comunali del prossimo anno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.