Quantcast

Lucca 2022, Panchieri (Pd): “Mallegni ha delegittimato la sua coalizione”

L'esponente del Partito democratico commenta l'intervento del senatore di Forza Italia: "Avvertimento anche per il centrosinistra: è tempo di rinnovare la macchina amministrativa"

“Un siluro scagliato nel pantano del centrodestra che sollecita considerazioni politiche di più ampio respiro”. Così il segretario del circolo centro storico del Partito democratico Roberto Panchieri commenta l’appello lanciato ieri dal senatore Massimiliano Mallegni in vista delle elezioni amministrative per Lucca 2022.

Lucca 2022, Mallegni (Fi): “Centrodestra, no alle autocandidature che bypassano il territorio”

“Suona come un de profundis per la candidatura di Pardini, ma anche per quella di Santini, che viene gentilmente accompagnato alla porta di uscita con i ringraziamenti per l’impegno profuso nella sua opera di opposizione all’amministrazione Tambellini, definita da Mallegni, con scarsa lucidità politica, di ‘malgoverno’, mentre sarebbe corretto giudicare seria e trasparente, seppur con alcuni limiti di progettualità – prosegue Panchieri -. In realtà il siluro è per tutto il centrodestra, che nella sua attuale modulazione di destra destra centro potrebbe magari vincere le prossime elezioni amministrative ma non potrebbe governare. In fin dei conti la ricerca di un ‘altrove’, di un ipotetico Salvatore e unificatore, che cos’è se non il tentativo di risolvere in modo personalistico un nodo che è tutto politico? Non si governa una città come Lucca con uno schieramento che comprende i liberali e i cosiddetti ‘fascisti moderni’. Di qui non si scappa. Con la sua presa di posizione, Mallegni ha oggettivamente delegittimato tutta la sua coalizione. Dopo questo tipo di intervento, infatti, chi può ragionevolmente essere abilitato a ricominciare il confronto e a ritessere le fila del destra destra centro?”.

“Qualcuno potrebbe sostenere che questa uscita sia propedeutica alla nascita di un terzo polo – prosegue Panchieri -. Possibile, ma difficilmente realizzabile in tempi così brevi, a meno che non ci si rivolga a quei ‘poteri forti’ che tanto Mallegni mostra di voler avversare. Ma l’avvertimento è anche per il centrosinistra che parte, secondo i sondaggi, svantaggiato. Usiamo bene gli ultimi mesi di amministrazione, apriamo le porte a nuove energie portatrici di nuove idee e di una rinnovata mentalità. Il vero modo per ‘difendere Lucca’ è accompagnarla nel futuro. E’ questo il tempo di completare il rinnovamento della macchina amministrativa ed è, soprattutto, il tempo di portare una nuova generazione, una rinnovata classe dirigente al governo della città. Lucca avrà ancora a lungo bisogno del governo del centrosinistra”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.