Quantcast

Elezioni e camorra, il Pd: “Siamo un argine contro ogni condizionamento alla politica”

I dem sull'inchiesta della Dda e le intercettazioni: "Se le voci avessero riguardato la maggioranza i partiti di opposizione sarebbero stati altrettanto garantisti?"

L’inchiesta della Dda che chiama in causa la nostra città, con un presunto tentativo di condizionamento delle elezioni amministrative del 2017 da parte di esponenti dei clan camorristici, rappresenta senza dubbio un elemento di preoccupazione e un incentivo ulteriore per la pubblica amministrazione ad innalzare le difese contro la criminalità organizzata, da sempre in cerca di opportunità di arricchimento anche nella nostra regione”. Questa la posizione del Pd comunale di Lucca sull’inchiesta che ha fatto calare un’ombra sulle elezioni del 2017.

“Senza voler entrare nel merito delle intercettazioni e di un’indagine ancora in corso – si legge nella nota – come Pd lucchese vorremmo però sottolineare un aspetto che è trapelato dalle notizie di stampa. Gli uomini intercettati dichiarano la necessità di rimuovere il Partito Democratico dal governo della città perchè non disponibile a garantire gli affari di gruppi e imprese “amiche” della camorra. Queste affermazioni sono una ulteriore testimonianza, se ce ne fosse stato bisogno, dell’integrità e della serietà che hanno contraddistinto gli anni di governo dell’amministrazione Tambellini e del centrosinistra a Lucca. Una impostazione di cui il sindaco in prima persona si è sempre fatto massimo interprete e garante, mettendo al centro del suo impegno politico e amministrativo il principio dell’autonomia della pubblica amministrazione da qualsiasi tentativo di condizionamento e ingerenza impropria“.

“Ci sia consentita anche una piccola nota polemica – prosegue il Pd – Nelle intercettazioni si richiama una presunta vicinanza, naturalmente tutta da dimostrare, tra un candidato del centrodestra ed esponenti dei clan malavitosi. Cosa sarebbe accaduto se questi dubbi avessero coinvolto rappresentanti del centrosinistra? I partiti di opposizione sarebbero stati altrettanto garantisti? Non hanno da dire niente in merito a questa vicenda, loro che in genere sono prodighi di critiche, puntualizzazioni e accuse di ogni tipo nei confronti dell’amministrazione comunale?”.

“Le ingenti risorse del Pnrr che saranno messe a disposizione delle amministrazioni locali rappresentano senz’altro un’opportunità fondamentale per il paese – dice il Pd – ma anche un motivo di preoccupazione per le possibili mire della criminalità organizzata, che agli appalti pubblici guarda da sempre con malevolo interesse. Per questo è assolutamente essenziale che chi occupa posti di governo anche locale sia inattaccabile dal punto di vista della correttezza amministrativa e della trasparenza. Dal nostro punto di vista un motivo in più per continuare a sostenere il centrosinistra a Lucca, con la certezza che anche in futuro saprà mettere al centro l’interesse dei cittadini, rappresentando una garanzia e un presidio di legalità anche per coloro che non ne condividono le scelte”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.