Quantcast

Morti sul lavoro, Pd Viareggio: “Troppe le aziende ancora irregolari”

Nuovo incidente mortale sul lavoro in Toscana: a perdere la vita è stato Andrea Bascherini, 54 anni, schiacciato da due lastre di marmo nel piazzale della '2 P Trading srl'di Pietrasanta

“Il lavoro è un diritto. La sicurezza sul lavoro altrettanto. Eppure in Italia continuano a verificarsi incidenti mortali che fanno crescere l’elenco di persone, che perdono la vita per lavorare, per mantenersi, per mantenere la famiglia”, lo afferma il Pd di Viareggio dopo l’incidente avvenuto ieri a Pietrasanta.

“A pochi mesi dalla scomparsa della giovane Luana d’Orazio in un’azienda tessile a Oste di Montemurlo – dice il gruppo -, in provincia di Prato, colpisce la terribile notizia di un nuovo incidente mortale sul lavoro in Toscana: questa volta a perdere la vita è stato Andrea Bascherini, 54 anni, schiacciato da due lastre di marmo nel piazzale della ‘2 P Trading srl’ di Pietrasanta. Se spetta alla magistratura valutare le responsabilità, come cittadini impegnati in politica non possiamo fare a meno di denunciare lo stato di insicurezza in cui operano ancora oggi troppi lavoratori e lavoratrici”.

“Come dichiarato dal ministro del lavoro Andrea Orlando ad agosto, in occasione della nomina del nuovo capo dell’Ispettorato del lavoro, il governo ha previsto di incrementare l’organico degli ispettori dell’Inl e, in accordo con l’Inail, garantirà sostegno a varie iniziative volte a favorire i processi di ammodernamento di macchinari e attrezzature, nella consapevolezza di quanto il problema della sicurezza sul lavoro in Italia sia ancora una questione drammatica, che richiede di agire su più piani; non ultimo quello della cultura della sicurezza: sono ancora troppe le aziende che risultano irregolari dalle ispezioni annuali svolte dall’Inail in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Questo ci deve far riflettere”, concluide il Pd Viareggio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.