Quantcast

Elezioni 2022, il circolo Fdi ‘I borghi di Lucca’: “Serve un candidato esperto e non divisivo”

Anche la realtà guidata da Annamaria Frigo, che non rappresenta la voce ufficiale del partito, si smarca dalla ipotesi di Pardini per la corsa a sindaco

Anche il circolo di Fratelli d’Italia I borghi di Lucca si ‘smarca’ dalla possibile candidatura di Mario Pardini a sindaco di Lucca. Pur non rappresentando, in qualità di circolo che si occupa del tema dell’ambiente, la voce ufficiale del partito lucchese, così si esprime la realtà guidata da Annamaria Frigo.

“La campagna politica nei 5 Comuni della Provincia di Lucca – dice – chiamati a rinnovare l’amministrazione è ormai entrata nel vivo. Altopascio, Massarosa, Seravezza, Piazza al Serchio e Pieve Fosciana saranno una prova importante per le forze di centrodestra anche in vista delle elezioni Lucca 2022, importanti in quanto capoluogo ma anche in previsione dell’appuntamento con le politiche del 2023.  La città, i suoi cittadini chiedono con forza un cambiamento, troppi dieci anni di immobilismo e in diversi casi anche di malgoverno, prodotti dall’attuale amministrazione”.

“Molti i nomi e le alleanze già date per scontate per l’aspirante sindaco sui quotidiani e sui social – dice il circolo – Ma nonostante gli articoli, le interviste e le voci di sottofondo, dovremo sicuramente aspettare i risultati del 3 e 4 ottobre per avere la rosa dei candidati che ciascun partito di centrodestra proporrà sul tavolo degli accordi. Fdi Lucca, secondo quelle che sono le direttive della leader Giorgia Meloni, siamo certi che proporrà come candidato una persona in grado non solo di vincere ma anche di governare, non solo un “candidato”, ma soprattutto una persona che abbia le caratteristiche per fare il “sindaco” e dunque di amministrare con competenza. Non più scelte dettate da “nomi” e dalla loro popolarità, ma scelte dettate dalle competenze possedute e dall’efficacia nell’azione amministrativa”.

“Un candidato che abbia esperienza politica – conclude il circolo – non divisivo e in grado di fare sintesi fra le varie componenti del centrodestra e del mondo civico e che, affiancato da una squadra capace, porti avanti un programma forte e innovativo, che garantisca ai citttadini lucchesi un buon governo. Questo sarà il candidato che, nel prossimo autunno, il nostro partito saprà individuare tra i propri iscritti, forte delle intenzioni di voto a livello nazionale e percentuali al 21 per cento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.