Quantcast

Elezioni 2022, Vietina scioglie le riserve: “I tempi sono maturi per una sindaca donna”

L'assessora della giunta Tambellini accoglie le sollecitazioni di amici e simpatizzanti: "La vera politica è rispondere alle persone". Da Raspini un 'in bocca al lupo': "VInca il migliore"

Lucca è un grande noi. È così che si presenta ufficialmente al Real Collegio l’assessora Ilaria Vietina, in vista di una candidatura alle prossime elezioni comunali.

Lo fa davanti a un pubblico fatto di simpatizzanti e curiosi, sistemato fra una sala interna e l’esterno dove le sedie sono sistemate davanti a un maxischermo. Una organizzazione quasi ‘all’americana’ fra video di presentazione e un talk show moderato da Francesco Funaioli.

“Parto – dice Vietina – dall’impegno forte di questi anni con deleghe importanti che mi hanno permesso di lavorare e ascoltare molte persone. È stato bello vedere come sia questo il senso più forte di una comunità e di una città. La vera politica è rispondere alle persone ed è questo che nel 2012 mi ha portato a dare la mia disponibilità in politica. Già mi ero avvicinata a questo mondo da presidente della Fuci, quando ho maturato il mio senso di responsabilità che poi ho deciso di concretizzare nel mio impegno per la città al compimento dei 18 anni del mio figlio più piccolo. Lì ho avuto modo di coniugare il senso del radicamento nella mia città con una dimensione nazionale”.

“In questi anni – prosegue – abbiamo reso più bella questa città lavorando con le persone. Molti, oggi, mi chiedono di proseguire in questo impegno e mi sono presa del tempo per riflettere. Ho pensato ai miei riferimenti, a Maria Eletta Martini. Ho pensato al senso della politica come servizio che può portare a un noi, costruito sull’ascolto. E oggi la mia risposta è che sì, accolgo quello che mi chiedete e sono disponibile a candidarmi per la città, insieme a voi”.

Vietina è pronta, così, a raccogliere gli stimoli della città. Lo fa anche con una scatola all’ingresso in cui possono essere inseriti stimoli ed idee. E ovviamente con i social, visto che l’intera presentazione viene svolta in diretta streaming sulla pagina ufficiale dell’assessora della giunta Tambellini.

Si entra poi nel vito dei temi: “Occorre – dice – uno sguardo nuovo per rispondere a esigenze impreviste dovute alla pandemia. Queste modalità le costruiremo insieme perché solo così possono nascere i nuovi orizzonti, connotati da scelte molto più coraggiosi. Questo ci richiede di tenere insieme lucidità nell’analisi e creatività nelle risposte”.

I tempi – dice ancora – sono maturi per una sindaca donna, non ci si sorprende più a parlare di questo. Siamo sicuri che è nell’eterogeneità che si crea l’ambiente per lavorare. La condizione della donna nella società ha però bisogno di scelte coraggiose per costruire una comunità dove tutti possono sentire di contribuire con le loro energie: parlare in termini di politiche di genere significa questo”.

Non si sottrae nemmeno sul tema della doppia candidatura nello stesso gruppo, vista la discesa in campo dell’altro assessore, Francesco Raspini. “Questa fase – dice Vietina – è un momento opportuno per fare emergere posizioni diverse, aprire una riflessione. Non è divisivo ma permette di costruire una possibilità di temi che possono essere alla base di una posizione che diventerà unitaria. Ascoltare sensibilità diverse è un momento di ricchezza. Se riusciamo a vedere la politica come un momento di reciproco ascolto e condivisione, questo è il momento per farlo anche se significa parlare di primarie ed estendere la riflessione. Ma possiamo farlo e solo così possiamo arrivare a una soluzione condivisa di tematiche che poi sarà la persona eletta a portare avanti, in un’ottica di apertura di orizzonti. Ora è il momento di far emergere tutti i punti di vista”.

Sulle primarie: “Se ne è già parlato – dice – anche dagli organi competenti, come ipotesi in cui ci siano più candidato. Penso che si andrà verso primarie di coalizione, ma starà agli organi predisposti decidere il percorso”. “Il partito – spiega ancora – da qualche mese sta portando avanti una fase di riflessione per decidere come impostare questo percorso, ha già annunciato che ci possono essere le primarie quindi nessun rimprovero al Pd. Ho comunque fiducia che chiunque vinca le primarie, se ci saranno, sarà in grado di rispecchiare questa città”.

E il rapporto con gli altri componenti di giunta: “C’è stima e rispetto da tutta la giunta nonostante le preferenze già espresse da alcuni – spiega – Nella squadra ci sono tante sensibilità che vanno raccolte e valorizzate. Anche quelle che possono differenziarsi nel rispetto dei principi cardine del centrosinistra”.

In sala e fuori ci sono volti noti e meno noti. Fra questi Cecilia Carmassi, ex assessora provinciale, consigliera comunale e già dirigente nazionale del Partito Democratico nell’era Bersani, prima del passaggio ad Articolo Uno. Ad ascoltare arriva anche la consigliera regionale Pd, Valentina Mercanti. C’è anche l’ex assessore comunale Celestino Marchini, impegnato in un suo progetto civico “per ascoltare”, dice. C’è Pietro Bertolozzi, personaggio noto del centrosinistra lucchese dell’Oltreserchio.

C’è anche l’avvocato Lodovica Giorgi, forte oppositrice dell’attuale giunta comunale soprattutto in ordine al progetto manifattura. Da lei arriva una domanda sulla visione della città, dopo una sottolineatura sull’importanza della partecipazione: “È difficile comporre anche esigenze diverse – dice – che non possono essere né ignorate né diventare un ostacolo insormontabile. Come integrare cose diverse? Da una parte il metodo è importante praticarlo, e questa esperienza l’abbiamo fatto soprattutto in alcuni contesti e dall’altra nel merito: non avere paura di affrontare le esigenze diverse perché i punti di incontro si possono trovare“.

Il messaggio di Francesco Raspini

Durante la presentazione via social è arrivato un messaggio dell’assessore Francesco Raspini, l’altro candidato verso le elezioni 2022. Raspini ha postato una foto di questa mattina all’inaugurazione delle scuole e ha scritto: “In bocca al lupo Ilaria. Sono certo che questo confronto sarà un’occasione di arricchimento per entrambi e, soprattutto, per l’intero centrosinistra. Purché gestito con fair play e rispetto reciproco che, anche di questo ne sono certo, non mancherà. C’è bisogno di tutti per conseguire il vero obiettivo che è quello di unire le forze per vincere le elezioni amministrative del prossimo anno. Ora prima possibile il regolamento e la data per le primarie. E vinca il migliore”.

tambellini con gli studenti di san vito

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.