Quantcast

Sconti Tari per le chiusure dovute al Covid, soddisfatto il candidato sindaco Alberto Coluccini

Il primo cittadino che corre per il bis: "Siamo riusciti ad ottenere 279mila euro di ristoro per le attività colpite"

“Come avevamo promesso, attività e famiglie hanno ricevuto sconti Tari per le chiusure dovute al Covid”. Si dice soddisfatto il candidato sindaco Alberto Coluccini nel confermare concretamente il sostegno garantito sin da subito ai cittadini in difficoltà a causa delle restrizioni Covid.

Coluccini si era preso l’onere di farsi promotore, in assemblea Anci, della richiesta di sostegno economico da richiedere allo Stato per abbassare la quota annuale di Tari. “Io e la mia amministrazione siamo sempre stati dalla parte di chi lavora. Oltre ad aver sollevato la questione in sede Anci, ho inviato una lettera al presidente del Consiglio, per sollecitare interventi e sostegni in questo senso – racconta Coluccini -. Alla fine siamo riusciti ad ottenere 279mila euro di ristoro per le attività colpite dalle chiusure, oltre ad incrementare le risorse per le agevolazioni alle utenze domestiche, a cui sono state destinate 40mila euro di risorse proprie e 146mila euro di contributi statali”.

In totale465mila euro di risorse economiche per abbassare la quota Tari. “Mi ero impegnato davanti ai cittadini e abbiamo portato a casa il risultato – conclude il sindaco – Promessa mantenuta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.