Quantcast

Elezioni 2022, Sinistra con sostiene Francesco Raspini

Il gruppo: "Le primarie devono rappresentare un primo positivo contributo di apertura e confronto con la città dei candidati e di tutta la coalizione di centro sinistra"

Anche Sinistra con sosterrà la candidatura di Francesco Raspini a sindaco di Lucca per le elezioni amministrative 2022.

“Da mesi lavoriamo perché il campo progressista lucchese si organizzi in una coalizione di centrosinistra ‘larga e plurale’, ancora di più di quella attuale, capace di esprimere una visione ambiziosa del futuro della città e programmi all’altezza delle sfide epocali che ci attendono nei prossimi anni – spiegano -. E per scegliere una candidatura a sindaco capace di esprimere al meglio sfide così impegnative ed esaltanti. Siamo impegnati perché in questa coalizione il contributo politico e culturale delle idee, degli uomini e delle donne di sinistra sia sempre più chiaro e riconosciuto. Vogliamo costruire una nuova fase di governo della città per i prossimi dieci anni, tenendo conto di molti aspetti positivi dell’esperienza passata e assieme della discontinuità e dell’innovazione che la realtà stessa impone”.

“D’altra parte sono proprio i risultati positivi del lavoro dell’amministrazione Tambellini di questi anni che rendono possibile un nuovo salto di qualità per il prossimo decennio. Ed evitare quindi ogni ritorno indietro verso una destra sempre più chiusa e rivolta al passato e dove pesano componenti xenofobe e omofobe ben lontane dallo spirito solidale della città – prosegue Sinistra Con -. Bisogna invece partire dalle straordinarie trasformazioni avvenute in questi anni a livello globale, e che incidono pesantemente a livello locale, per costruire il salto di qualità necessario nell’innovazione del governo locale. La bussola è fare leva su due grandi priorità: l’emergenza climatica e la lotta alle diseguaglianze sociali e nei diritti e rileggere e riprogrammare tutta l’azione del Comune alla luce di queste due prioritarie emergenze”.

“Da questa impostazione discendono alcune fondamentali conseguenze, come ad esempio: il territorio e le risorse naturali vanno rigidamente protette e dove necessario rigenerate; serve una generale riorganizzazione della mobilità delle persone e delle merci; il massimo di iniziativa politica e scelte di governo locale per promuovere lavoro buono e giusto e lotta alla povertà ed alle diseguaglianze; scelte e
iniziative concrete per la pubblicizzazione e la reinternalizzazione di servizi pubblici chiave – va avanti la nota -. E certamente, per compiere scelte così radicali, servono efficaci strumenti di partecipazione e nuove modalità di rapporto tra Comune, associazioni, forze sociali, organizzazioni economiche e cittadini, nel quadro del potenziamento e della riorganizzazione di tutta la macchina amministrativa del Comune”.

“Nelle ultime settimane, finalmente, il lavoro per costruire la coalizione, la visione del futuro della città e le regole per scegliere con le primarie la candidatura a sindaco, è iniziato positivamente. Pensiamo però che bisogna accelerare ancora, aprire subito la coalizione ad un confronto ampio con tutte le energie vive, che sono davvero tante, della città, dei quartieri, dei paesi. Le primarie devono rappresentare un primo positivo contributo in questo senso: di apertura e confronto con la città dei candidati e di tutta la coalizione di centro sinistra – continua Sinistra con -. In questi mesi abbiamo discusso e valutato attentamente anche il tema fondamentale della migliore candidatura a Sindaco per garantire tutto questo e ritiene corretto fornire al dibattito ed al confronto politico e con gli elettori di centro sinistra la convinzione che Francesco Raspini sia la risposta migliore. Raspini è un candidato giovane, che porterebbe al governo della città una nuova generazione capace di proiettare la città nel futuro e garantire le innovazioni che la realtà stessa richiede”.

“E’ un candidato molto competente e con lunga esperienza. A partire dalla gestione della macchina e delle procedure amministrative che sono molto importanti per fare bene il Sindaco, perché occorre sostenere cose giuste, ma bisogna anche essere capaci di portarle avanti concretamente. E’ un candidato capace, e in questi mesi ha dato ulteriori dimostrazioni in questo senso, di garantire sul piano politico e programmatico il necessario confronto e sintesi politico e programmatico in una coalizione larga e plurale – conclude Sinistra con -. E anche la dimostrazione di autonomia dimostrata con la dichiarata disponibilità a candidarsi fatta già alcuni mesi fa lo testimonia. D’altra parte già nelle prime uscite pubbliche di questi mesi ha subito proposto l’idea di una Lucca aperta, molto proiettata nel futuro e assieme molto attenta alla vita concreta delle persone, che sono una base importante per sviluppare il confronto serrato che ci attende verso la costruzione del programma del candidato sindaco”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.