Quantcast

Europa Verde: “Vendita parziale della manifattura sud, rammaricati per la scelta del sindaco”

Tetti e Fidia Pardini: "È importante che Tagetik possa rientrare in città anche a fronte di una riflessione seria sulla mobilità cittadina"

“Come Europa Verde siamo profondamente rammaricati per la ferma scelta del sindaco di andare avanti con l’alienazione di due terzi della ex manifattura Sud”. Così in una nota Eros Tetti e Luca Fidia Pardini di Europa Verde Toscana.

“Questa scelta così tranchant a fine mandato – dicono – è deleteria per tutta la coalizione di centrosinistra. A nostro avviso è importante che Tagetik possa rientrare in città anche a fronte di una riflessione seria sulla mobilità cittadina ma non con un’operazione che spacca la città in due. La complessità di questo periodo storico richiede a tutto il mondo politico modalità di composizione dei conflitti e non di esasperazione, è fondamentale pertanto avviare il percorso partecipativo per l’intero immobile dove chi interessato partecipi per progettare e riflettere assieme sul futuro di questa area e dell’intera città.”.

“Chiediamo con forza e determinazione – conclude la nota – a tutta l’amministrazione di bocciare questo colpo di mano che apre altre ferite in una città già duramente dilaniata. Una situazione, questa, che rischia di portare ad altre dure spaccature anche nella stessa coalizione di centrosinistra che sta cercando di formarsi per le prossime amministrative.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.