Quantcast

Massarosa, al ballottaggio sfida tra Barsotti e Bigongiari foto

La candidata sindaco del centrosinistra ottiene il 48% delle preferenze. Lo sfidante del centrodestra è al 30%, ma c'è l'incognita Coluccini

Massarosa va al ballottaggio per scegliere il nuovo sindaco. È il verdetto del primo turno, che si è concluso oggi (4 giugno) con lo scrutinio delle schede. Uno spoglio lento, che ha subito intoppi e ritardi, ma che alle 21 è stato finalmente completato.

Confermando una tendenza che, a dire il vero, era ormai chiara al fluire dei primissimi dati dalle sezioni. Sfumata la vittoria al primo turno, la candidata del centrosinistra Simona Barsotti, che ha ottenuto il 48,40% pari a 4.557 voti, dovrà affrontare il ballottaggio con lo sfidante del centrodestra Carlo Bigongiari che si attesta, con 2.928 voti, al 30,96%.

Alberto Coluccini, ex sindaco del Comune, conquista il 17,57% con 1.662 voti. Un gruzzolo di voti che potrebbero avere il loro peso, in vista di eventuali apparentamenti per il ballottaggio. Tiene dietro Sonia Sacchetti che con i suoi 209 raggiunge il 3,07%.

Nel comune versiliese, si tornerà dunque a votare: il nuovo sindaco sarà eletto dal ballottaggio che si svolgerà tra due settimane, il 17 e 18 ottobre prossimi.

Così i voti di lista a Massarosa quando manca una sezione da scrutinare.

Il Pd con 2165 voti e il 24,87 per cento è il primo partito del comune . Nella coalizione che sostiene Barsotti 10,99 per Sinistra Comune (957 voti), 7,90 per Orgoglio Massarosa (688 voti), M5S al 3,09 (269 voti) e 2,21 per Massarosa Solidale (192 voti).

Per Bigongiari notevole il sostegno della Lega con il 12,96 per cento (1128 voti), di poco avanti alla lista civica Per Bigongiari (1099 voti e 12,62 per cento). Forza Italia con 432 voti si ferma al 4,96 per cento.

8,87 per cento il dato di Fratelli d’Italia, in sostegno ad Alberto Coluccini (772 voti), 8,44 per Civica Massarosa (735 voti).

Chiudono i 268 voti con il 3,08 per cento di Rifondazione Comunista e Pci.

Fra i candidati consiglieri il più votato, quando manca ancora una sezione per le preferenze, è l’ex presidente del consiglio comunale del Pd Adolfo Del Soldato. Oltre le 200 preferenze anche Riccardo Brocchini, segretario territoriale del Pd versiliese, con 214 voti, Lucio Lucchesi di Sinistra Comune con 226. Nel centrodestra bene Michela Dell’Innocenti di Fratelli d’Italia con 202 preferenze e Michela Morgantini della Lega con 206. In Orgoglio Massarosa Fabio Zinzio con 172 voti è il più votato.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.