Quantcast

Ambiente, ok a due mozioni M5S su comunità energetiche e limiti al 5G

Bindocci: "E' necessario che l'amministrazione prenda una posizione chiara con le compagnie"

Promuovere la creazione delle comunità energetiche e dell’autoconsumo, da un lato, e dall’altro alzare l’attenzione sul 5G chiedendo di mantenere livelli cautelativi nelle concessioni alle compagnia telefoniche. Sono questi, in estrema sintesi, i contenuti di due mozioni presentati dal consigliere comunale M5S Massimiliano Bindocci.

Mozioni che sono state entrambe approvate in due diverse sedute della commissione lavori pubblici e ambiente del comune di Lucca. “Venerdì – spiega Bindocci – è stata discussa la mozione del M5S sulle comunità energetiche, dove si chiede che l’amministrazione comunale di Lucca promuova la creazione delle comunità energetiche e dell’autoconsumo. Normative recenti, che recepiscono direttive comunitarie, aprono la possibilità alla creazione delle comunità energetiche, cioè di soggetti privati, sia individuali che piccole imprese, che producono con fonti rinnovabili energia prevalentemente rivolta all’autoconsumo, con incentivi economici diretti e indiretti e con la finalità ulteriore di abbassare inquinamento e costo energetico. Tema mai così attuale”.

“La pratica dopo che la ho presentata, ha raccolto i consensi delle forze politiche – spiega Bindocci – e sarà proposta modificata in consiglio comunale, accogliendo alcuni spunti dell’amministrazione”.

Giovedì è stata la volta della mozione sullo sviluppo della tecnologia 5G. Nel documento Bindocci ha chiesto di “prendere una posizione chiara affinché si mantengano valori di attenzione cautelativi, per i valori di campo elettro magnetico di 6V/m. È noto che le grandi compagnie telefoniche chiedono di innalzare tali limiti per ridurre così i costi degli impianti in occasione, del passaggio al 5G. È importante invece che prevalgano logiche che salvaguardano la salute e consentano lo sviluppo tecnologico, di cui in Italia c’è grande bisogno, ma mantenendo i limiti di esposizione attuali. Questa mozione è stata approvata all’unanimità dalla Commissione ed andrà in aula consiliare per l’approvazione. Salvaguardare l’ambiente e ridurre l’inquinamento significa migliorare la vita è la qualità del vivere nostro e dei nostri figli. Vorremmo anche ricordare la nostra mozione per la salvaguardia e lo sviluppo del verde urbano, che già anni fa chiedeva al Comune di piantare almeno 10mila alberi in 10 anni, che ha spinto alla piantumazione di nuove piante com un progetto mirato, che però per una serie di ragioni ha visto molte piante seccare. Non possiamo non pensare che questa amministrazione ha abbattuto proprio in questi giorni gli alberi di San Concordio al parco della Montagnola”.

“Ricordiamo anche il tiglio per cui proprio un anno fa facemmo la manifestazione Il tiglio non si taglia e per cui abbiamo appreso che sarà curato – afferma -. Di questi tempi ormai tutti i partiti si fregiano di ambientalismo, noi crediamo in una politica per l’ambiente seria e costante ed è sempre più evidente che sulle questioni ambientali il M5S è la vera forza protagonista del territorio”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.