Quantcast

Gesam Reti, Fantozzi e Martinelli: “No a colpi di mano a pochi mesi dalle elezioni” video

I consiglieri di Fratelli d'Italia paventano la vendita a Toscana Energia: "È il principale patrimonio della città"

Gesam Reti Spa a rischio. A breve potrebbe concretizzarsi l’annessione di Toscana Energia”. Lo dichiarano il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Vittorio Fantozzi ed il capogruppo al comune di Lucca, Marco Martinelli, che dal marzo 2014, quando partecipò al centro Le Vele di San Donato alla riunione dei lavoratori per discutere del futuro di Gesam, si è attivato ed ha mantenuto il suo impegno in tutti questi anni per la salvaguardia dell’azienda e dei lavoratori.

Marco Martinelli Vittorio Fantozzi Fratelli d'Italia

“A sei mesi dalle elezioni – spiegano gli esponenti del partito di Giorgia Meloni – l’amministrazione comunale di Lucca vorrebbe mettere in campo quanto in parte già previsto nel programma di scissione asimmetrica del 2016. Ovvero Toscana Energia passerebbe in maggioranza, attraverso una aumento di capitale nella società Gesam reti Spa (attualmente il capitale è così ripartito Lucca Holding 56,71% Toscana Energia 42,96% Comune di Capannori 0,33%) annettendo tutte le reti di distribuzione di gas che questa detiene a livello provinciale. L’amministrazione comunale spieghi i motivi di questa scelta. Non può accampare la questione gara del gas visto che siamo fermi in tutta Italia e le gare sono pressoché bloccate. Non si capisce nemmeno la strategia politica visto che, se mentre nel 2016 Toscana Energia era una società a maggioranza pubblica (a guida Pd), nell’ottobre 2019 è stata “assorbita” da Italgas, che ha comprato da cinque piccoli Comuni pisani l’1,98% del capitale sociale di Toscana Energia salendo così in maggioranza, dal 48,68% al 50,66% grazie anche al passaggio propedeutico del nuovo statuto di Toscana Energia, approvato nel giugno 2018, che ha cancellato la previsione che la maggioranza della società sia in mano pubblica”.

Fantozzi e Martinelli lanciano un monito all’amministrazione comunale di Lucca: “No a colpi di mano a pochi mesi dalle elezioni. Sia la prossima amministrazione a decidere il futuro di Gesam Reti SpA visto che di qui a sei mesi della gara del gas non ci sarà traccia. Noi come da sempre ci batteremo con forza e in tutte le sedi per non far scomparire da Lucca il Gruppo Gesam la società di distribuzione del gas che ha rappresentato negli anni il principale patrimonio della nostra città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.