Quantcast

Elezioni 2022, firmato il manifesto dei principi e dei valori del centrosinistra verso le primarie

Servono almeno 67 firme per candidarsi, siglato anche il regolamento per lo svolgimento della consultazione: alle urne anche 16enni e stranieri in regola con il permesso di soggiorno

Con la sottoscrizione da parte dei soggetti politici Pd, Lucca Civica, Sinistra con, Articolo Uno, Partito Socialista italiano, Coordinamento popolari Lucca e Piana, Volt Italia del Manifesto dei principi e dei valori della coalizione e del regolamento che disciplina le primarie si è costituita ufficialmente la coalizione di centrosinistra per Lucca 2022.

Il primo passaggio fondamentale verso le elezioni amministrative della prossima primavera saranno le primarie di coalizione che si terranno domenica 19 dicembre. Il Manifesto dei principi e dei valori fornisce il quadro generale di riferimento per tutte le forze della coalizione che, subito dopo le primarie, saranno impegnate, assieme al candidato o alla candidata sindaco, a sviluppare il più ampio confronto con la città: dalle organizzazioni sociali, economiche, culturali, a tutti i cittadini, per definire con il massimo di partecipazione, il programma con cui la coalizione si presenterà alle elezioni.

Entro le 12 del 2 dicembre, possono essere avanzate candidature alle primarie da parte dei soggetti politici che hanno costituito la coalizione oppure da cittadini che, a questo scopo, promuovono una raccolta di firme di elettori ed elettrici, con un minimo di 67 firme, come previsto anche per le elezioni amministrative. L’obiettivo della più ampia partecipazione vedrà impegnata al massimo la coalizione, come tutti i soggetti politici che l’hanno costituita.

In questo senso va anche quanto scritto nel regolamento che prevede che possono sottoscrivere le candidature e votare alle primarie tutti i cittadini e le cittadine iscritte nelle liste elettorali, ma anche coloro che hanno compiuto 16 anni di età il giorno dello svolgimento delle primarie, i cittadini comunitari e quelli extracomunitari in regola con il permesso di soggiorno, naturalmente residenti nel Comune di Lucca. E che sottoscriveranno una “dichiarazione di adesione al centrosinistra“.

Il regolamento prevede poi le disposizioni utili per un corretto sviluppo di tutto il lavoro di queste settimane verso le elezioni primarie del 19 dicembre. Dalla nomina del comitato organizzatore e di garanzia e del tesoriere, alle modalità per la raccolta delle firme e ai requisiti per le candidature, dalle modalità di svolgimento della campagna elettorale per le primarie, ai costi che devono essere improntati a criteri di sobrietà, fino alla costituzione dei seggi dove votare.

La coalizione dopo le primarie resterà aperta ad un ulteriore allargamento dell’alleanza, naturalmente nel rispetto dei principi e dei valori che caratterizzano il centrosinistra lucchese.

“Ipotesi e soluzioni trasversali e pasticciate, maturate da pochi maggiorenti nel chiuso di qualche riunione, certamente non ci interessano – dicono i firmatari – Il centrosinistra con il percorso compiuto ed il ricorso a primarie aperte e di coalizione per la scelta della candidatura sindaco ha scelto la strada della trasparenza, della partecipazione e dell’apertura. Ci auguriamo nell’interesse della città che tutti dimostrino concretamente di voler fare altrettanto”.

“Oggi sottoscriviamo – dice il segretario dell’Unione Comunale, Renato Bonturi – il patto di coalizione formalizzando un accordo politico frutto del lavoro di confronto di questi mesi ed è anche un segnale d’apertura nei confronti di altri partiti politici che vorranno aderire, perché il nostro obiettivo è quello di allargare la coalizione in vista delle amministrative del prossimo anno. La sottoscrizione di stamani prevede un regolamento e un manifesto dei principi e valori, con indirizzi programmatici e politici. Fino ad adesso il centrosinistra è l’unica coalizione che per scegliere il candidato si affiderà alle primarie, che è segnale di apertura volto ad incentivare la partecipazione”.

Per Articolo Uno parla Andrea Sarti: “Le primarie per adesso sono servite per un confronto politico di discussione articolato che ha saputo coinvolgere gli aderenti in senso molto ampio. Adesso la sfida delle primarie è quella di coinvolgere la cittadinanza, il centrosinistra deve raccogliere questa sfida e confrontarsi con loro e prestare ascolto”.

Camilla Cecchetti di Sinistra Con aggiunge: “Le primarie permettono di esprimersi anche a persone che non hanno diritto di voto, mi riferisco ai ragazzi di sedici anni d’età e ai cittadini stranieri, che nonostante non siano rappresentati durante le amministrative, potranno farlo adesso. Perché il candidato sindaco che uscirà dalle primarie in futuro potrebbe diventare anche il loro sindaco”.

“L’obiettivo – dice Rossano Lenci del Psi – è quello di creare un percorso che travalichi i confini del centrosinistra, la coalizione deve essere un punto di partenza che guardi al futuro, con lo scopo di allargarsi ancora di più. Bisogna essere pronti al confronto e pensare di essere quella scintilla capace di creare momenti di partecipazione”.

Infine Marco Barsella, attuale consigliere comunale di Lei Lucca e in rappresentanza del coordinamento popolare Lucca e Piana: “Oggi inizia un percorso che dà il via ad un processo di partecipazione che inizialmente coinvolge il mondo del centro sinistra, ma che poi dovrà essere esteso alla società civile e alla cittadinanza. Fino al 19 dicembre, giorno delle primarie si discuterà sul nome del candidato sindaco e dopo quella data si aprirà una fase importante che ci porterà fino alle elezioni del 2022, fino a quel momento noi saremo sempre più impegnati e aperti a nuove idee”.

Alla riunione erano presenti anche Ilario Buchignani, il presidente del consiglio comunale Francesco Battistini, i consiglieri Daniele Bianucci e Teresa Leone, l’assessora Valeria Giglioli ed Enrico Cecchetti di Sinistra Con.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.