Quantcast

Blackout al Paladini, Fdi: “Non si può continuare a fare lezione nei container”

Fantozzi, Martinelli e Giannoni: "Dopo tre anni studenti e insegnanti non sanno cosa voglia dire fare lezione in un’aula"

“Non si può continuare a fare lezione nei container. Gli attuali gravi disagi, come mancanza di luce e riscaldamento, sono le conseguenze di scelte sbagliate delle amministrazioni targate Pd, Provincia in testa”. Così il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Vittorio Fantozzi, il capogruppo in consiglio comunale a Lucca, Marco Martinelli, ed il consigliere provinciale di Lucca, Riccardo Giannoni.

“Questa mattina, gli studenti – dicono – costretti a doversi districare tra infiltrazioni d’acqua e blackout più o meno prolungati, per protesta hanno deciso di disertare le lezioni. Era il giugno 2018 quando il presidente della Provincia Menesini annunciava che in tre anni i lavori per la messa in sicurezza dell’ex convento di San Nicolao sarebbero terminati. Ma i lavori sono stati rimandati di anno in anno, una situazione insostenibile per studenti e dipendenti dell’Istituto Paladini-Civitali. Dopo tre anni studenti e insegnanti non sanno cosa voglia dire fare lezione in un’aula, con un tetto sopra la testa e in un ambiente scolastico vero e proprio. Siamo stati i primi a sollevare la questione, dal primo momento siamo stati vicini a studenti e insegnanti”.

“Non c’è pace per gli studenti ospitati nei moduli abitativi nell’area del Campo di Marte – sottolineano gli esponenti di Fdi – I troppi ritardi e la mancanza di certezze mortificano e mettono a rischio l’apprendimento e la socialità. A settembre avevamo sollecitato la Provincia chiedendo il cronoprogramma degli interventi previsti per consentire il ritorno degli studenti nella sede storica di via San Nicolao. Purtroppo, più il tempo passa e più i costi lievitano. Da 10,5 milioni di previsti per i lavori nel progetto definitivo siamo già arrivati a oltre 13 milioni, senza considerare i soldi spesi nel noleggio prolungato dei container”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.