Quantcast

Slitta al 2022 il raddoppio ferroviario, Montemagni (Lega): “Ascolteremo i vertici Rfi”

La consigliera regionale: "Così difficilmente i lavori si concluderanno, come annunciato, nel 2024"

Un’audizione con i vertici della Rete ferroviaria italiana per fare chiarezza sul raddoppio ferroviario della Lucca-Pistoia. È quanto chiesto dalla capogruppo della Lega in Toscana Elisa Montemagni, dopo l’annuncio dello slittamento al 2022 del contributo regionale.

“Purtroppo la giunta regionale ha deciso di differire al 2022 il contributo milionario destinato a Rfi per il raddoppio della Lucca-Pistoia. Opera che, quindi – precisa l’esponente leghista – subirà un ulteriore e grave differimento tanto che, dunque, ben difficilmente, i lavori si concluderanno, come più volte troppo ottimisticamente affermato, nel 2024. I disagi per i passeggeri sono quindi destinati a rimanere tali, con tutte le inevitabili conseguenze che comporteranno, tra l’altro, continui ritardi sul posto di lavoro o a scuola. Una situazione inaccettabile e per questa ragione chiederemo di audire velocemente nella commissione competente i vertici di Rfi. Questa tratta ferroviaria merita la massima attenzione e occorre offrire un servizio adeguato a chi paga regolarmente il biglietto o l’abbonamento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.