Quantcast

Bindocci (M5S): “L’acquisto della Manifattura? L’intera operazione non convince”

I dubbi del consigliere comunale: "Una società costituita pochi giorni fa che garanzie ha dato al Comune?"

“la città di Lucca si è vista sottrarre il lotto della la ex manifattura tabacchi all’asta in modo assurdo”. Ne è convinto il consigliere M5S, Massiliano Bindocci, che commenta così dopo l’acquisto della porzione dell’area andato in porto questa mattina (25 novembre).

“Tutta l’operazione – afferma Bindocci -: non convince minimamente, un’asta proclamata a sorpresa, un avvocato che costituisce una società pochi giorni fa e partecipa all’asta e si aggiudica il bene, unica offerta. Formalmente può darsi che sia tutto regolare, ma ci sono degli interrogativi più grandi della manifattura stessa, sembra una pessima sceneggiatura. Chi presta i soldi a questa società? Chi farà da garante? Perché con 10.000 non si comprano nemmeno le risme di A4 per fare i progetti. Non sembra credibile che una società costituita pochi giorni fa possa garantire un simile acquisto e l’impegno di riqualificazione dell’immobile, tenendo conto dei vincoli che ci sono e dell’importanza strategica del bene. Perché il Comune non ha messo dei requisiti di ammissibilità che garantissero la solidità degli acquirenti visto che si andava a smembrare la Manifattura? Tra l’altro si tratta di un immobile strategico per la città, e che prevede un impegno di riqualificazione e di uso dello stabile. L’operazione non convince per niente e vedere il sindaco che esulta davanti a questo fatto è veramente deprimente. Ci dica cosa sa che lo rende euforico. Quanta impudenza. La cosa è aggravata dal fatto che casualmente la stessa società ha preso in regime da definire (forse per 90 anni, con l’impegno di fare anche un parcheggio interrato) anche l’ex palazzo della Finanza. Questa non è nemmeno una vendita e ci sembrava a maggior ragione doveroso prevedere requisiti di ammissibilità. Trattare i cittadini come capre è veramente assurdo, pensare che Lucca non capisca significa davvero trattarci come bambini, spero che i lucchesi tra pochi mesi ricorderanno. Lucca merita rispetto, trasparenza e partecipazione, questo è davvero il Black Friday della amministrazione Tambellini“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.