Quantcast

SìAmo Lucca attacca: “Il Natale in città? Un tuffo nei paesi comunisti del passato”

La lista civica: "Non solo molte strade sono rimaste senza addobbi, ma manca un calendario di iniziative all'altezza del nostro centro storico"

“Dal Comune nulla di decente nemmeno per il Natale della ripartenza”. A tornare all’attacco la lista civica SìAmoLucca che accusa l’amministrazione comunale di dare poco peso al periodo delle festività.

Non solo molte strade sono rimaste senza addobbi, ma manca un calendario di iniziative all’altezza. Per non parlare dell’assenza di mercatini di qualità (Piazza Napoleone ne è l’esempio) come invece vengono realizzati nelle altre città della Toscana. Questa sciatteria anche per il periodo che dovrebbe essere il più bello dell’anno in quanto ad atmosfera – spiega il gruppo consiliare – è davvero insopportabile, considerando soprattutto le potenzialità del centro storico. La giunta quest’anno, visto che si avvicinano le elezioni, ha pagato l’illuminazione senza far versare i soldi ai commercianti, creando tuttavia un pasticcio e un risultato più inadeguato rispetto agli anni precedenti. Senza mettere quello slancio che secondo noi era necessario dopo l’ultimo Natale passato in lockdown. Una tristezza e una mancanza di idee che però era annunciata”.

“L’assessore Martini non si è concentrata sulla pianificazione del Natale sia dentro le Mura che nei principali quartieri, senza confrontarsi assiduamente con tutte le categorie di esercenti ed artigiani – spiega SìAmoLucca -. Basti pensare che ad ottobre non c’era ancora nessuna pianificazione del Natale, e tutti sappiamo come sia importante rifarsi per tempo sulle scelte per avere iniziative di livello che richiamino persone da fuori  e scaldino il cuore dei lucchesi,  che frequentano solo il sabato e la domenica. L’unica nota di rilievo sarà la mostra curata da Sgarbi all’ex Cavallerizza sui caravaggeschi toscani: ma è una goccia nel mare del nulla”.

“Per ben due mandati  questa amministrazione non è stata capace di attrezzarsi ed organizzare qualcosa di unico – prosegue la nota dell’opposizione – . Non un grande albero addobbato in una piazza principale, non un allestimento di presepe all’aperto: qui a Lucca il Natale voluto dal Comune assomiglia più a quello dei paesi comunisti di qualche decennio fa. Servono competenze che questa giunta di centrosinistra non ha per fare scelte anche innovative che abbiamo una visione di Lucca da valorizzare, e non da manutenzione ordinaria. In un momento in cui il commercio su internet è sempre più voga, qui non si riesce a fare nulla di originale per invertire la tendenza almeno in questo periodo. Per non parlare della mancanza di promozione. Un mezzo disastro”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.