Quantcast

Zucconi: “Agenzie di viaggio abbandonate dal governo, a rischio migliaia di imprese”

Zucconi raccoglie l'allarme lanciato e rilancia la richiesta di Advunite: "Un immediato stato di crisi per l'intero comparto del turismo"

“È inconcepibile che un settore nevralgico come il turismo sia stato abbandonato dal governo, come denunciato dall’associazione agenzie di viaggi Advunite“. Così il deputato di Fratelli d’Italia e capogruppo della commissione attività produttive, commercio e turismo Riccardo Zucconi.

“Dopo aver vietato ad un intero comparto di lavorare, perché incapace di fronteggiare seriamente la pandemia, e aver stanziato ristori ridicoli, l’esecutivo dimentica le agenzie di viaggio, rischiando di lasciare senza lavoro circa centomila persone. Senza cassa integrazione e senza aiuti concreti, settemila microimprese rischiano il fallimento, lasciando campo libero ai colossi stranieri, che non pagano le tasse in Italia. Fratelli d’Italia, da sempre al fianco di questi operatori, raccoglie l’allarme lanciato e rilancia la richiesta di Advunite: un immediato stato di crisi per l’intero comparto del turismo, da formalizzare a tutti i partiti nel corso di un incontro ad hoc, durante il quale discutere delle problematiche del settore. Non possiamo abbandonare la terza industria dell’Italia”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.