Postazioni dedicate all’allattamento materno negli spazi pubblici, sì unanime alla proposta di Fratelli d’Italia

L'ok è arrivato in commissione sociale. Martinelli e Fantozzi: "Un atto di civiltà e di buon senso"

“Mamma qui puoi allattare!”. È stato approvato in commissione sociale l’atto di indirizzo presentato da Marco Martinelli presidente del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia al Comune di Lucca che impegna l’amministrazione comunale di Lucca ad individuare una postazione dedicata all’allattamento materno nel palazzo comunale e nelle altre strutture comunali (musei, biblioteche, eccetera).

“Siamo soddisfatti – spiega il capogruppo del partito di Giorgia Meloni – che anche la città di Lucca individui ambienti protetti, in cui le mamme si possano sentire a proprio agio ad allattare il loro bambino e provvedere al cambio del pannolino. Il messaggio che vogliamo dare con questo atto di indirizzo è quello che ogni donna deve sentirsi libera di allattare anche in pubblico o nei luoghi di lavoro, sempre e ovunque. Allattare è un diritto, un diritto che deve valere in qualsiasi luogo pubblico. Così come quello di essere tutelata al rientro al lavoro per conciliare allattamento e attività lavorativa. L’iniziativa che proponiamo in linea con i diritti sanciti dalla convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, sostiene anche la campagna promossa dal ministero della salute per la promozione dell’allattamento al seno”.

Anche la Regione Toscana faccia propria questa necessità sensibilizzando territori. È un atto di civiltà e di buon senso individuare postazioni dedicate all’allattamento materno nelle varie strutture pubbliche. Visto che allattare è un diritto, tale diritto deve valere sempre ed in qualsiasi luogo. Un impegno che fa crescere la nostra società”, sottolinea il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Vittorio Fantozzi.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.