Quantcast

Primarie del centrosinistra, urne aperte domani dalle 8 alle 21

La coalizione respinge le critiche: "Sarà una giornata di democrazia. I costi degli immobili per i seggi? Sono gli stessi per tutti"

Primarie del centrosinistra per la scelta del candidato sindaco di Lucca, si vota domani (19 dicembre). I candidati sono Francesco Raspini e Ilaria Vietina, entrambi assessori comunali in carica.

I seggi rimarranno aperti dalle 8 alle 21, potranno votare tutti gli aventi diritto di voto residenti nel Comune di Lucca ma anche chi ha compiuto 16 anni il giorno delle votazioni e i cittadini stranieri comunitari ed extracomunitari, previa esibizione del documento di identità attestante la residenza nel Comune di Lucca (ai cittadini extracomunitari sarà richiesta anche la presentazione del permesso di soggiorno).

Ogni cittadino dovrà recarsi a votare nel seggio che comprende la propria sezione elettorale con un documento di identità in corso di validità. È consigliabile portare con sé anche la tessera elettorale per consentire una migliore identificazione del seggio di appartenenza.

Ai votanti sarà richiesto di sottoscrivere una dichiarazione di adesione al centrosinistra e di versare una quota minima di 2 euro come contributo alle spese sostenute dalla coalizione.

“Sarà una giornata politicamente importante per la nostra città – sottolinea la coalizione del centrosinistra Lucca 2022 -. La coalizione di centrosinistra chiede ai lucchesi di scegliere chi tra Francesco Raspini e Ilaria Vietina sarà il candidato o la candidata a sindaco per le prossime elezioni amministrative. Perché questa scelta sia davvero significativa sarà importante che tanti cittadini e cittadine si rechino a votare nei nove seggi appositamente costituiti. Lì troveranno ad accoglierli i militanti che, a decine, si sono messi a disposizione per fare sì che domenica sia una festa della partecipazione democratica. Ai volontari va da parte nostra un ringraziamento sincero per il proprio impegno disinteressato che rende possibile la celebrazione di un momento importante per la città”.

“Le primarie – prosegue la nota – sono un esercizio di democrazia che permette il confronto fra chi si candida a ricoprire cariche istituzionali così importanti. Sono sicuramente utili se il confronto fra i candidati avviene in un clima sereno e costruttivo, e questo è ciò che, grazie all’intelligenza e alla correttezza di Raspini e Vietina, è accaduto. La campagna elettorale ha consentito di approfondire le diverse proposte in campo e di confrontarsi faccia a faccia con i candidati per decidere chi abbia le caratteristiche per concorrere alla guida della città. Adesso la parola passa ai cittadini. Rispetto ad alcune critiche e polemiche sollevate nei confronti delle primarie, ci chiediamo quale sia il modello di selezione della classe politica proposto da coloro che, da destra e da sinistra, avanzano dubbi e contestazioni. Se infatti ogni impostazione conosce necessariamente difetti e imperfezioni, va detto che il metodo adottato dal centrosinistra è senza dubbio il più limpido e trasparente tra quelli a cui abbiamo assistito. Un percorso improntato alla massima apertura nei confronti di tutti i soggetti politici del centrosinistra disponibili a dialogare sui contenuti ed eventualmente a misurarsi alla pari nell’ambito delle primarie con proprie candidature.  Noi pensiamo che la buona politica sia quella fatta alla luce del sole, nella chiarezza delle posizioni e nella lealtà dei rapporti tra le forze politiche e tra gli individui che le compongono. Le primarie di domenica 19 dicembre rappresentano questo: la parola al cittadino sulle scelte che lo riguardano direttamente e una assicurazione che quanto verrà deciso col proprio voto non potrà essere messo in discussione da pochi perché legittimato dalla partecipazione di molti”.

Poi la coalizione risponde ad alcuni appunti dell’opposizione: “Per quanto riguarda una recente polemica sul costo dell’affitto delle sedi che verranno utilizzate per le primarie, possiamo solo rispondere che chiunque può richiedere al Comune l’utilizzo delle suddette strutture per le finalità consentite e ai prezzi stabiliti dal tariffario. Se il centrodestra – si afferma – è capace di dimostrare la forza politica e organizzativa necessaria, faccia a sua volta le primarie ed eviti di perdersi in polemiche pretestuose e del tutto infondate con il solo fine di delegittimare l’avversario”

Di seguito i seggi con le sezioni elettorali afferenti: seggio 1: piazza San Francesco 13 in centro storico, sede circolo Pd Centro Storico, sezioni 1-2-3-4-5-6-7-8-81; seggio 2: via Simonetti 62 S. Vito, ex sede circoscrizione 2, sezioni 9-10-11-12-13-14-15-16-18-19-20-21-84-85; seggio 3: via C. Sforza n. 157/b S. Anna, sede Circolo Arci, sezioni 22-23-24-25-26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-83; seggio 4: via F. Simonetti n. 62 S. Vito, ex sede circoscrizione 2, sezioni 37-38-39-40-41-42-43-44-80-87; seggio 5: via delle Scuole n. 38 Maggiano, ex sede circoscrizione 5, sezioni 45-46-47-48-49-50-51-52; seggio 6: via di S. Alessio n. 2145 S. Alessio, ex scuola elementare, sezioni 53-54-55-56-57-58-59; seggio 7: viale San Concordio n. 392 San Concordio circolo Pd Lucca Sud, sezioni 60-61-62-63-64-65-66-67-86; seggio 8: via delle Scuole II n. 98 Sesto di Moriano, ex scuola elementare, sezioni 68-69-70-71-72-73-82; seggio 9: via delle Scuole di Massa Pisana n. 115 ex scuola elementare, sezioni 74-75-76-77-78.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.