Quantcast

Centrodestra, da Fratelli d’Italia via libera all’ipotesi Leone. Si tratta sul vicesindaco

Mandato a Giannoni per dialogare con la Lega per sciogliere gli ultimi nodi. Il partito della Meloni potrebbe indicare i candidati di Camaiore e Bagni di Lucca: lo scenario

Centrodestra, un altro tassello verso la scelta del candidato unitario per le prossime elezioni amministrative. Si è riunita ieri (8 gennaio) il comitato di presidenza di Fratelli d’Italia, una delle componenti principali della coalizione, per discutere delle strategie future in vista delle decisioni finali e del possibile inizio di una campagna elettorale che sarà lunga e complessa.

Del comitato di presidenza fanno parte l’onorevole Riccardo Zucconi, il consigliere regionale Vittorio Fantozzi, il coordinatore provinciale Riccardo Giannoni e i suoi vice Michele Giannini, Matteo Petrini e Massimiliano Simoni.
Nell’occasione si è discusso di quanto sta succedendo sul fronte politico provinciale, quindi non solo dell’appuntamento elettorale a Lucca ma anche di Camaiore, Bagni di Lucca e Forte dei Marmi.

Attenzione particolare, ovviamente, sul capoluogo, dove i nomi in ballo per la corsa a sindaco si sono ridotti a quelli di Luca Leone, capo di gabinetto del sindaco Michele Conti a Pisa e al capogruppo di SiAmo Lucca, Remo Santini. La scelta dovrebbe ‘toccare’ alla Lega, visto che Fratelli d’Italia esprime il candidato a Pistoia, che corre per il bis e Forza Italia dovrebbe esprimere il candidato a Carrara.

Al momento pare che sia in vantaggio l’ipotesi Leone (che pur ha già tentato la corsa alla carica di sindaco con una lista civica quando vinse il primo Tambellini): un’ipotesi che troverebbe d’accordo anche Fratelli d’Italia, dal momento che è caduta la candidatura di bandiera di Moreno Bruni o Marco Martinelli ed anche quella del ‘civico’ Mario Pardini, che ha abbandonato il tavolo unitario con la sua Lucca 2032.

Fratelli d’Italia, però, chiede dignità e considerazione per un partito che a livello nazionale esprime percentuali importanti e che ambisce a confermarle anche a livello locale. Questo vorrebbe dire poter dare indicazioni sul nome del vicesindaco che affiancherebbe eventualmente Leone nell’incarico amministrativo.

In questo senso è stato dato mandato al coordinatore provinciale Giannoni di dialogare con il suo omologo della Lega, Riccardo Cavirani, con l’obiettivo di fare fronte comune e sciogliere gli ultimi nodi.

A livello territoriale, poi, Fratelli d’Italia potrebbe esprimere i nomi dei candidati di Camaiore e Bagni di Lucca. In entrambi i casi si stanno valutando i nomi di due o tre iscritti o simpatizzanti del partito della segretaria Giorgia Meloni. In particolare a Camaiore si fanno i nomi del capogruppo Riccardo Erra e degli ex assessori Massimiliano Micheli e Claudia Bonuccelli.

Tutto questo, ovviamente, verrà riportato al tavolo del centrodestra in via di convocazione per la prossima settimana e potrebbe far pendere l’ago della bilancia delle decisioni verso il nome di Luca Leone. A questo punto gli ostacoli potrebbero essere rappresentati dalla volontà delle liste civiche (SiAmo Lucca e Difendere Lucca), anch’esse spina dorsale della costruenda coalizione, di non soccombere alle decisioni dei partiti tradizionali. Non tanto e non solo nella scelta nel nome del candidato quanto nello spirito della collaborazione futura in un’amministrazione comune di centrodestra.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.