Quantcast

Bindocci (M5S): “Statizzazione del Boccherini sia il punto di partenza per un futuro più fulgido”

Il consigliere comunale: "Già nel 2014 presentammo una mozione per chiedere il riconoscimento del conservatorio"

Soddisfazione in casa M5S per la statizzazione del Boccherini. “Già nell’ aprile 2014 il M5S – osserva il consigliere Massimiliano Bindocci – aveva presentato una mozione sulla statizzazione del Boccherini, accolta ai tempi anche con ostilità e scetticismo. Ma la strada era quella giusta, questa prestigiosa scuola non poteva continuare ad essere un aggravio di quasi due milioni  annui per le casse comunali, dato il respiro nazionale ed internazionale dell’istituto. Tra l’altro a nostro parere c’era anche una questione di trasparenza che doveva essere risolta. Finalmente nel luglio 2014 riuscimmo a far approvare quasi ad unanimità mozione per statizzazione istituto musicale Boccherini”.

“Negli anni – prosegue Bindocci – abbiamo continuato a spingere anche a livello nazionale verso la soluzione della statizzazione, con articoli di giornale e quant’altro potevamo fare come forza d’opposizione. Adesso la notizia che finalmente il ministero ha deciso per la statalizzazione del Boccherini ci conferma che la strada era giusta e che abbiamo fatto bene ad insistere. Speriamo che sia il punto di partenza per un ancora più fulgido futuro per il Conservatorio Statale Boccherini e per la tradizione musicale lucchese”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.