Quantcast

Passo indietro di Berlusconi per il Quirinale, rammarico di Mallegni

Il senatore azzurro: "Non credo ci siano personalità alla tua altezza, ma seguirò le tue indicazioni"

“Carissimo presidente, sono profondamente dispiaciuto della tua decisione”. È il senatore azzurro Massimo Mallegni a commentare, rammaricato, la decisione di Silvio Berlusconi di non candidarsi alla carica di capo dello Stato.

Il leader di Forza Italia, ieri (22 gennaio), ha infatti fatto un passo indietro e si è ritirato dalla corsa alla presidenza della Repubblica

“Come sempre – afferma Mallegni –  la tua generosità va oltre quella degli altri e ancora una volta sacrifichi te stesso. Non credo che la tua decisione – che ovviamente rispetto – vada nell’interesse della nazione, perché tu saresti stato un grande presidente. Competente, disinteressato e capace di portare equilibrio in questo mare magnum di ambizioni personali, nanismo istituzionale e scarso senso dello Stato. Non credo che ci siano personalità alla tua altezza ma seguirò come sempre le tue indicazioni cercando di fare il meglio possibile. Sono onorato di far parte della tua squadra”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.