L’assessora uscente Chiara Martini capolista Pd per le amministrative: in corsa 16 uomini e 16 donne

Dopo la numero 1 elenco in ordine alfabetico: 'escono' Alessia Angelini, Gabriele Bove e Lucio Pagliaro. C'è anche una ex Italia Viva

Sedici uomini e sedici donne. È stata presentata questa mattina (23 aprile) la lista del Pd per le prossime elezioni amministrative. Tante le conferme in lista e qualche novità illustrate dal segretario comunale Renato Bonturi, dal segretario territoriale Patrizio Andreuccetti, dall’assessore regionale Stefano Baccelli e dal candidato sindaco Francesco Raspini.

Pd Lista elezioni 2022 Lucca

Trentadue nomi, un mix di esperienza e novità, diciannove cittadini impegnati per la prima volta in una competizione elettorale, un equilibrio perfetto tra donne e uomini e una varietà anagrafica, da 24 a 76 anni, che attraversa l’intero gruppo: questo l’identikit della lista del Partito Democratico impegnata nelle prossime elezioni comunali del 12 giugno. Al suo interno operatori culturali, artisti, pensionati, lavoratori dipendenti, studenti, professionisti, operatori sanitari, persone impegnate per i diritti e l’inclusione.

Saranno al via della competizione tutti i consiglieri comunali e assessori uscenti (Francesco Battistini, Francesco Cellai, Silvia Del Greco, Leonardo Dinelli, Dante Francesconi, Gianni Giannini, Enzo Giuntoli, Roberto Guidotti, Serena Mammini, Rita Nelli, Cristina Petretti, Stefano Ragghianti) salvo Alessia Angelini, già presidente della commissione speciale per il condotto pubblico, Lucio Pagliaro e Gabriele Bove, assessore uscente che aveva già annunciato di non volersi ripresentare per le amministrative 2022. L’assessora Ilaria Vietina, invece, correrà con la sua lista Lucca è un grande noi.

Fra le novità il giovane Enzo Alfarano, classe 1994 e numero 2 in lista (il criterio è quello alfabetico per cognome dietro alla capolista), il segretario del Pd di Sant’Anna Stefano Tomei, l’esperta in comunicazione Debora Pioli e la consulente d’azienda Maria Grazia Previti, che alle ultime regionali era candidata con Italia Viva.

Capolista è l’assessora uscente alle attività produttive Chiara Martini.

Al Giardino degli Osservanti, location in cui è stata svelata ufficialmente la lista del Pd, presenti diversi amministratori dem tra cui i consiglieri regionali Valentina Mercanti e Mario Puppa e il presidente della Provincia, nonché sindaco di Capannori, Luca Menesini.

Pd presentazione lista elezioni comunali Lucca 2022

L’obiettivo del Pd è chiaro: mettere al servizio della città la conoscenza, la competenza e l’affidabilità maturate in dieci anni di amministrazione per garantire a Lucca la possibilità concreta di compiere ulteriori passi in avanti, mettendo a terra le risorse già ottenute e sfruttando le tante altre che arriveranno nel prossimo futuro grazie anche al Piano nazionale di ripresa e resilienza, per consentire a Lucca di ricoprire un ruolo sinergico rispetto alla Piana e centrale nei rapporti con la Toscana di costa, da Pisa a Livorno, andando così a rappresentare un peso specifico maggiore rispetto Firenze.

“In questi anni di amministrazione Tambellini il Pd ha fatto da architrave – commenta Bonturi – e vuole continuare ad essere centrale anche nei prossimi anni con Francesco Raspini, una candidatura a sindaco che appoggiamo con forza. Le nostre parole d’ordine sono tre: responsabilità, rispetto e solidarietà. La nostra lista è formata da 16 uomini e 16 donne, con 13 candidati uscenti e 19 completamente nuovi all’impegno politico. Saranno loro i protagonisti di questi ultimi 50 giorni di campagna elettorale. Questa è la fase della ripresa dopo due anni difficili di pandemia e dell’impiego del fondi del Pnrr. Il Comune ha bisogno di una squadra compatta e preparata e Raspini,il candidato sindaco più giovane ma con tanta esperienza, rappresenta un punto di riferimento”.

“Questa squadra di 32 candidati sottolinea il grande lavoro del Pd nel mettere insieme continuità e innovazione – dichiara Andreuccetti -. Ci sono diverse persone nuove, tanti giovani. Un grande mix che il Pd ha voluto portare avanti. Per amministrare un Comune c’è bisogno di competenza, serietà e affidabilità. Tutte doti che ha la nostra squadra. Un gruppo unito, compatto, e lo dimostra la presenza di tutti gli amministratori nella presentazione di oggi. Ci lasciamo alle spalle due anni difficili di pandemia, che non è ancora finita, e c’è bisogno di un governo solido, pensando anche alla guerra in Ucraina e le sue conseguenze. Da parte nostra c’è un convinto europeismo che portiamo avanti. Solo difendendo i principi europei si cresce e sto parlando di solidarietà, accoglienza e giustizia sociale. Il nostro è un programma per la città di Lucca scritto per tempo, coinvolgendo le persone. C’è la volontà di far contare i cittadini. Portiamo avanti un percorso costruttivo, dall’altra parte si critica e basta senza proporre alternative. Ma si vince con le idee e con le proposte concrete. Adesso tutti uniti per Raspini sindaco”.

“Voglio dire grazie a Francesco Raspini e ai 32 candidati del Pd – esordisce Baccelli -. Metterci la faccia e mettersi in gioco non è una cosa banale, candidandosi si valuta l’apprezzamento delle persone nei tuoi confronti. La candidatura a consigliere comunale non è facile, ci saranno anche dei momenti si solitudine e competizione. Lucca, specialmente in questo momento che stiamo vivendo, ha più che mai bisogno di competenza”.

Pd presentazione lista elezioni comunali Lucca 2022

Coesione, unità, esperienza, capacità amministrativa e rinnovamento generazionale: questi i punti di forza messi in evidenza dal Partito Democratico, impegnato da circa un anno nel percorso di costruzione del gruppo e della candidatura di Francesco Raspini, che, con i suoi 39 anni, sarà il candidato sindaco più giovane di questa tornata elettorale. Il centrosinistra lucchese ha indicato il candidato attraverso le primarie del dicembre scorso e il programma sarà presentato ufficialmente in piazza San Francesco venerdì 13 maggio.

“Prima di tutto voglio ringraziare i 32 candidati del Pd e fare un applauso a chi ha deciso di non ricandidarsi, come l’assessore Bove – le parole di Raspini -. Questa lista è un mix virtuoso tra competenza ed esperienza, da un lato, e cambiamento dall’altro. Dietro a questa lista c’è un duro lavoro, una squadra contraddistinta da due parole chiave: unità e solidarietà. Due cose che vanno in contrasto con i nostri avversari, che hanno un candidato sindaco (Pardini ndr) che poco prima era stato dichiarato inadeguato. La nostra è una proposta riconoscibile e in caso di vittoria, e vittoria sarà, ci faremo trovare pronti per affrontare le problematiche della nostra città. La nostra è unità e solidarietà vera, non ci metteremo a litigare il giorno dopo le elezioni. Un impegno per garantire un governo serio e affidabile per guardare al futuro di Lucca. Abbiamo capacità amministrativa, trasformiamo in concretezza ciò che c’è da fare. Adesso corriamo tutti insieme verso la vittoria”.

Questa la lista in ordine numerico: Chiara Martini, Vincenzo Alfarano, Vanessa Angotti, Francesco Battistini, Alessandra Biserna, Francesca Carli, Patrizia Casella Piccinini, Francesco Cellai, Letizia De Cesari, Silvia Del Greco, Leonardo Dinelli, Dante Francesconi, Gianni Giannini, Enzo Giuntoli, Massimiliano Giusti, Roberto Guidotti, Serena Mammini, Gabriele Marchi, Daniela Melchiorre, Rita Nelli, Cristina Petretti, Paolo Giovanni Adolfo Petri, Debora Pioli, Maria Grazia Previti, Stefano Ragghianti, Olivia Ruggi, Lucia Spada, Elisa Taccini, Stefano Tomei, Andrea Torcigliani, Alessio Tummolillo, Alessandro Ugolini.

Clicca qui per scaricare la lista del Pd per le elelzioni 2022

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.