Barsanti: “Le deleghe a turismo, sport e cultura devono essere separate”

Il candidato sindaco di Difendere Lucca: "Meglio un assessorato cultura-tradizioni storiche, legare il turismo allo sviluppo economico e potenziare lo sport all’interno dell’alveo istruzione"

“Turismo, sport e cultura non devono essere più accorpati come fatto dal centrosinistra. Occorre ripensare le deleghe per raggiungere risultati importanti: propongo un assessorato cultura-tradizioni storiche, legare il turismo allo sviluppo economico e potenziare lo sport all’interno dell’alveo istruzione e politiche giovanili”. È questa l’idea del candidato sindaco Fabio Barsanti.

“In questi anni i risultati raggiunti dal ‘superassessorato’ sono stati insoddisfacenti, non riuscendo a dare slancio e progettualità alle tre deleghe. La cultura è un volano fondamentale sia in termini identitari che economici: oltre ai grandi eventi come Comics e Summer Festival, bisogna cogliere il valore della storia locale e dei personaggi lucchesi e dalle tante opportunità che possono derivare dal mondo della cultura. La lista di musei approvata in Consiglio sulla base della mia mozione delinea un rilancio del polo museale lucchese, ma non basta. Bisogna che le tradizioni storiche tornino ad essere fattori di coinvolgimento per i lucchesi e di attrazione verso l’esterno. Il turismo è un settore sempre più importante per la nostra città – continua Barsanti – e deve essere collegato allo sviluppo economico del territorio. I flussi turistici sono un volano del commercio e delle attività produttive, e devono diventare parte integrante della programmazione di questi settori. Primario deve essere tutelare l’identità commerciale della città”.

“Lo sport rappresenta uno strumento fondamentale di educazione sia fisica che valoriale. Lucca deve tornare a investire sia sulle società principali che sulle tante realtà minori che rappresentano una parte fondamentale del tessuto sociale. Non bastano i progetti sbloccati sotto elezione come il nuovo stadio – conclude Barsanti – occorre che il Comune mantenga un canale di comunicazione stabile con lo sport cittadino, per aumentare il volume dei tesserati e assecondare i progetti di sviluppo delle società virtuose”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.