Quantcast

Un’altra lista a sostegno del candidato del terzo polo Veronesi

E' frutto di una intesa con Partite Iva e Rinascimento di Sgarbi

E’ stata presentata stamani (14 maggio) una seconda lista a sostegno del candidato sindaco del terzo polo Alberto Veronesi. Una lista realizzata dal maestro Veronesi in collaborazione con due movimenti, uno di particolare valore economico Le Partite Iva e l’altro di particolare valore culturale Rinascimento di Vittorio Sgarbi.

“Nella lista – si spiega – sono presenti personalità del mondo economico e di quello culturale di rilevanza nazionale e internazionale, indipendenti, che hanno insistito per sostenere in maniera autonoma la candidatura del Maestro Veronesi, candidato del terzo polo. Le due liste si integrano molto bene, ambedue nell’area politica più sensibile ai problemi delle attività commerciali, artigianali, turistiche, industriali, da un lato e di quella della cultura dall’altro”.

“Cultura che a Lucca – spiega Veronesi – dovrebbe essere da sempre centrale in ogni attività del Comune, ma invece abbandonata dall’incuria tambelliniana di questi ultimi anni”.

Alberto Veronesi con il sostegno di queste due liste “si pone – si spiega in una nota – come vero terzo incomodo fra i due pretendenti di destra e sinistra e può essere la vera sorpresa di queste elezioni. Il sostegno che Azione, +Europa e Italia Viva danno a Veronesi ne fa un caso nazionale: è la prima volta che un candidato sindaco di una città capoluogo è sostenuto da una lista civica unitaria con le principali forze politiche Riformiste e Liberali, centrali nella politica italiana, bloccata da sempre dai veti contrapposti di destra e sinistra, come anche a Lucca negli ultimi 15 anni. Il terzo polo è l’unica risposta intelligente e valida per rompere il paralizzante duopolio della retorica destra sinistra”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.