Scuola, Bertocchi (Lucca Futura): “Cambieremo volto alle nostre strutture e ai nostri quartieri”

La candidata per Francesco Raspini sindaco: "Potenzieremo i progetti già in essere e ne realizzeremo di nuovi"

“Avremo cura delle nostre strutture e dei nostri quartieri”. Così Manuela Bertocchi, insegnante ora in pensione e candidata di Lucca Futura per Francesco Raspini sindaco, descrive la scuola del futuro. Insegnate di scuola Primaria in pensione

“Educare alla cittadinanza e migliorare la scuola nelle sue strutture e nella sua integrazione sociale è un impegno che mi sono presa in questa campagna elettorale perché sono fortemente convinta che l’integrazione del sistema scolastico con la comunità rappresenta la via maestra per crescere una futura comunità di cittadini colti, consapevoli, solidali e responsabili anche nei confronti della città e del suo patrimonio – spiega Bertocchi -. Nonostante sia la filosofia ad avermi guidata in ogni tappa della mia vita, è necessario che le idee si traducano nel concreto per acquisire valore. Ed è proprio su questo che ho lavorato durante le discussioni al tavolo della scuola, organizzato dalla coalizione del centrosinistra durante la stesura del programma. Discussioni e incontri positivi che hanno prodotto un progetto autentico, che prevede la vicinanza dell’amministrazione con la scuola, per favorire il coinvolgimento e il dialogo costruttivo”.

“Declineremo la vicinanza in modi diversi: saremo fisicamente e attivamente vicini ai ragazzi e alla scuola nella sensibilizzazione al tema del consumo consapevole e del rispetto dell’ambiente. Intensificheremo il progetto la Piana del Cibo per il potenziamento e valorizzazione delle filiere locali e proporremo iniziative volte a disincentivare l’uso della plastica, aumentando la raccolta differenziata nelle scuole. Ma la vicinanza ha molteplici accezioni – va avanti Bertocchi -. Significa camminare insieme: rafforzeremo il servizio di scuolabus per le uscite sul territorio e contemporaneamente continueremo a sviluppare i progetti per pedibus e ciclibus  e piste ciclabili. Significa accompagnare i nostri ragazzi a vivere da consapevoli protagonisti il loro tempo con l’introduzione dell’alfabetizzazione digitale. Per far sì che ciò accada completeremo il processo di digitalizzazione di tutte le scuole, ammodernando e riqualificando nello stesso tempo gli edifici scolastici con spazi e ambienti di apprendimento favorevoli all’innovazione e alla sostenibilità”.

“Vicinanza significa sostegno in ogni percorso di crescita: sono stati individuati due interventi fondamentali per sostenere la costruzione di nuovi nidi, che incentivino anche l’occupazione femminile, e la messa a norma degli edifici scolastici. Vicinanza significa promuovere momenti di dialogo costruttivo: continueremo la positiva esperienza del consiglio comunale dei ragazzi e coinvolgeremo i giovani anche in commissioni specifiche – dice ancora Bertocchi -. Vicinanza significa aiutare a individuare abilità e passioni. Lo faremo attivando la promozione di laboratori artistici, sportivi, culturali, musicali, multimediali e per contrastare i molti episodi di  bullismo e del cyberbullismo ci attiveremo con progetti specifici. Cambieremo il volto delle scuole: rastrelliere per bici e stazioni per ricarica elettrica e pannelli fotovoltaici, le reneremo amiche dell’ambiente. Daremo continuità ai progetti di ‘scuole aperte’ introducendo nuove proposte anche al di fuori dell’orario scolastico”.

“Sosterremo il potenziamento della rete di scuole di eccellenza per l’innovazione didattica (Senza Zaino, e Scuole Montessoriane, rete di robotica  e Starup). L’esperienza e la sensibilità ci consentiranno di dare uno sguardo anche alla metodologia, andando oltre il confine della scuola intesa come edificio, e il progetto ‘scuole all’aperto’promosso da questa amministrazione dovrà vedere una continuazione e una contaminazione pedagogico – conclude Bertocchi -. Con uno sguardo al futuro e al lavoro, incentiveremo l’educazione all’autoimprenditorialità: artigianato,  manualità e creatività, ma anche verso quelle nuove professioni del digitale  prevedendo formazioni e  progetti in rete. Forti dell’esperienza drammatica della pandemia sosterremo l’inserimento dello psicologo scolastico in ogni istituto, oltre alla realizzazione di consultori dove i ragazzi possano parlare liberamente con esperti anche della loro sessualità. Riporteremo fisicamente uffici e servizi nei quartieri con la presenza di assistenti sociali, di medici e di personale amministrativo per garantire assistenza e accesso a tutti i servizi. Avere cura delle nostre scuole e dei nostri quartieri è un impegno che insieme al candidato Francesco Raspini sarà possibile realizzare, perché insieme possiamo”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.