Quantcast

Elezioni 2022, Sinistra Italiana sostiene la candidatura di Gottardo

Fra i candidati in Ambiente e giustizia sociale anche il coordinatore provinciale Pellicci: "Il modello del centrosinistra lucchese non ha alcuna spinta progressista"

Sinistra Italiana a Lucca sostiene Aldo Gottardo. Per il coordinatore provinciale del partito, Alberto Pellicci, che è anche candidato nelle liste di Ambiente e giustizia sociale “è la scelta naturale per una forza che in parlamento si colloca all’opposizione di Draghi, e che è tra le pochissime ad aver votato contro l’aumento delle spese militari”.

Secondo Pellicci “il modello di centrosinistra lucchese, alla pari di quello proposto in Regione da Giani, non ha alcuna spinta progressista, e lo si è visto in questi anni: come si può pensare di governare con chi ritiene che gli assi viari siano il futuro della mobilità nella Piana?“.

“La vicenda della Manifattura – prosegue Pellicci – o quella di quel mostro chiamato tettoia che deturperà San Concordio sono stati punti di svolta: abbiamo visto centinaia di persone tornare in piazza per dire basta. Quelle persone sono in gran parte il nostro popolo. Persone che ci chiedono di difendere l’ambiente, di ridare dignità ai quartieri, ci chiedono di ripensare il futuro. Chiedono di essere coinvolti, veramente. Non si può rispondere a movimenti come questi limitandosi a cercare di screditarli. Come in tutta Italia, anche a Lucca Sinistra Italiana da tempo collabora con le forze ecologiste, ed è per questo che la candidatura di Gottardo ci ha visto da subito entusiasti. È Aldo il vero candidato progressista. Una persona coerente, non settaria, che ha saputo prendere decisioni coraggiose e controcorrente. Sarà un ottimo amministratore”.

“Non nascondo che avremmo voluto allargare la coalizione – dice ancora – Ci abbiamo lavorato, ed ancora non capisco perché i 5 Stelle abbiano deciso per un’altra via, che alla fine è perfino risultata sbarrata. Spero comunque che chi ha a cuore certe tematiche legga il programma di Ambiente e Giustizia Sociale, non potrà che condividerlo”.

“Oggi più che mai – conclude l’esponente di Sinistra Italiana – serve una sinistra ecosocialista, attenta ai diritti, al lavoro, che non si limiti a fare da comparsa, ma che si ponga da protagonista. A Lucca lo prova a fare Ambiente e Giustizia Sociale, e dunque Sinistra Italiana non può che essere lì”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.