Quantcast

Forza Italia Udc, 22 nomi per il Consiglio: “Con Pardini vogliamo la vittoria al primo turno contro un decennio di immobilismo” foto video

Il candidato sindaco ricorda il suo esordio con il partito azzurro e 'bacchetta' il Comune: "11 milioni di avanzo? Significa che i soldi sono stati spesi male"

Conquistare palazzo Santini al primo turno, e fare tutto il possibile per riportare la città al centrodestra dopo dieci anni definiti di immobilismo. Nasce con quest’obiettivo l’accordo tra Forza Italia e Udc che ha dato vita all’omonima lista a sostegno di Mario Pardini per le amministrative 2022, presentata oggi (22 maggio) dal candidato sindaco insieme al coordinatore provinciale di Forza Italia Maurizio Marchetti, il commissario comunale e provinciale Udc Alessia Lombardi e dal commissario comunale di Lucca e coordinatore di Forza Italia Giovani, Matteo Scannerini.

Forza Italia Udc presentazione lista amministrative 2022

“Insieme – spiega Scannerini – Lucca tornerà a essere l’isola bianca di qualche anno fa. Abbiamo avuto il coraggio di rinnovarci: Forza Italia Udc è una lista nuova, con figure che rappresentano tutta la società”: a partire dal capolista e medico Alessandro Di Vito di SìAmo Lucca, in corsa a fianco di Mario Pardini con altri tre membri dell’associazione politico culturale, Elena Del Frate, Carolina Faina e Massimo Pieri. Con loro altre 18 persone di diverse età, provenienza, e professione, unite nell’obiettivo di “raggiungere un bel risultato elettorale e dare un contributo importante alla candidatura di Pardini – spiega il capolista Di Vito – Ma unite anche nei contenuti programmatici: la sanità, il sociale, l’urbanistica, il piano operativo, il decoro della città, la candidatura di Lucca come patrimonio dell’Unesco e la difesa del nostro ambiente sotto forma di territorio: vale a dire aria, acqua e suolo. Siamo certi che Mario Pardini sia l’uomo giusto per fare uscire Lucca dall’immobilismo”.

“Ringrazio Mario per averci permesso di portare il nostro simbolo nella competizione. Con Forza Italia abbiamo ribadito a Lucca un’alleanza che ci vede uniti a livello nazionale – afferma Alessia Lombardi – Lucca viene da dieci anni d’immobilismo, ha bisogno di un’amministrazione che sappia di lavorare bene, di un sindaco a disposizione della cittadinanza e capace di dare voce ai giovani, come ha dimostrato di saper fare Mario Pardini con la sua esperienza a Lucca Comics”.

“Ma Lucca ha bisogno anche di ripartire dallo sport, che con Mario ritornerà ad essere al centro della città, così come il turismo. Non basta – prosegue la Lombardi – un turismo mordi e fuggi, bisogna riportare a Lucca il turismo vero, che sappia valorizzarla in quanto punto strategico della Toscana. Noi di Udc vogliamo vincere al primo turno, e siamo certi che Mario Pardini sia la persona giusta per farcela, e tornare a governare questa città”.

“Mettersi a disposizione della città è l’onore più grande per chi ama la politica – dice il candidato sindaco Mario Pardini, che coglie l’occasione per ripercorrere la sua storia a servizio della cosa pubblica. “Io provengo da Forza Italia, nel 1994 diventai il primo presidente giovani di Lucca e poi mi candidai per il consiglio comunale. Mi rendo conto – prosegue – che la politica in questi ultimi anni è stata distante: la gente non si è sentita ascoltata e il nostro obiettivo è proprio sconfiggere l’assenteismo nelle prossime elezioni. Un obiettivo che raggiungeremo con una buona politica, fatta di ascolto e vicinanza al cittadino. Ringrazio l’Udc, Remo Santini, Elena Del Frate, Massimo Pieri e Alessandro di Vito: SìAmo Lucca è un’esperienza fondamentale degli ultimi anni, e per vincere queste elezioni bisogna essere uniti: tutti insieme ce la faremo”.

“Tutti insieme, nelle prossime tre settimane suoneremo campanello per campanello e cercheremo di convincere i cittadini a far ripartire una macchina amministrativa governata male” continua Pardini, per poi criticare l’uscente amministrazione: a partire dalla manifattura, “una barca in mezzo al mare che non sa dove andare”. E “la mancanza di coraggio nell’esporsi a difesa dei lavoratori di un’azienda – sottolinea, ritornando sulla questione di Sistema Ambiente scoppiata in seguito al servizio televisivo di Striscia la Notizia – Chi si candida a governare questa città, deve metterci la faccia”. Il candidato si sofferma infine sull’avanzo tecnico della giunta Tambellini, un totale di 11 milioni di euro: “Significa che i soldi sono stati spesi male, non nell’interesse dei cittadini. Il contrario di ciò che deve fare un’azione politica seria e lungimirante. La storia deve cambiare”.

“Cambiare si può, ed è il momento giusto – si associa il coordinatore provinciale di Forza Italia Maurizio Marchetti – Il centrosinistra ripropone una continuità con la giunta Tambellini, andando a mettere al governo le stesse pedine degli ultimi 10 anni. L’unica cosa che cambierà è il sindaco. Ma mi domando: cosa hanno fatto di buono per Lucca? Non si è pensato al futuro, allo sviluppo, a far crescere la città. Si parla da 10 anni dei problemi infrastrutturali, della viabilità e della manifattura: ma non è stata data nessuna risposta al cittadino. La nostra coalizione si è compattata su una persona fresca, giovane, un imprenditore che ha già dato un esempio di come si guarda al futuro con la sua esperienza come presidente a Lucca Crea. La nostra logica è andare oltre all’attuale staticità e conservazione”.

Gli esponenti della neonata lista ricordano infine l’appuntamento di questo venerdì (27 maggio) con il giudice Palamara e il direttore di Libero Sallusti, a Lucca alla Casa del boia per presentare il suo libro Lobby e logge. “Sarà un’occasione per sensibilizzare sul referendum sulla giustizia la cittadinanza – spiega Matteo Scannerini – che sarà chiamata al voto lo stesso giorno delle amministrative 2022: domenica 12 giugno. Per l’occasione, presenzierà anche il senatore Mallegni, responsabile regionale di Forza Italia”.

Lobby e logge, Sallusti e Palamara alla Casa del Boia per la campagna elettorale di Forza Italia

La lista Forza Italia Udc

Alessandro Di Vito, 62 anni, medico; Nicol Balloni, 33 anni, impiegata; Antonio Bossa, 52 anni, impiegato; Carlo Capponi, 62 anni, professore; William Cupelli, 43 anni, capo settore; Gianmarco Del Bucchia, 28 anni, impiegato; Elena Del Frate, 42 anni, impiegata; Manuela Di Giulio, 63 anni, addetta alla sicurezza; Carolina Faina, 64 anni, pensionata; Martina Fluperi, 37 anni, impiegata; Daniele Lazzareschi, 48 anni, libero professionista; Anthony Masini, 53 anni, libero professionista, Anna Matera, 60 anni, impiegata; Simona Mei, 52 anni, impiegata; Massimo Pieri, 26 anni, dottore in giurisprudenza; Graziella Pucci, 71 anni, pensionata; Giovanni Ricci, 24 anni, dottore in scienze politiche, Olinto Rugani, 54 anni, operaio, Stefano Salvini, 62 anni, impiegato; Rita Sarti, 53 anni, impiegata; Giovanni Sicca, 24 anni, impiegato; Mauro Scannerini, 60 anni, impiegato.

In lista, a parte gli esponenti di SiAmo Lucca, che si sono già presentati autonomamente due settimane fa, spiccano i due ex consiglieri comunali di Capannori, Daniele Lazzareschi ed Anthony Masini e il coordinatore di Forza Italia Giovani di Lucca Giovanni Ricci.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.