Quantcast

Il coordinatore provinciale dell’Idv in campo con Cecchini e Marchini: ecco le priorità del programma

Dalle Rsa comunali all'ambiente il decalogo di Domenico Capezzoli in vista del voto

Il coordinatore provinciale  dell’Italia dei Valori e sindacalista Domenico Capezzoli, annuncia la sua candidatura come consigliere comunale nella lista Insieme Buonriposi e Impegno civico per lucca Marchini – Elvio Cecchini sindaco.

“Ho deciso di candidarmi – dice – perché credo che si debba dare un cambio di passo alle politiche fallimentari dell’attuale amministrazione comunale. Le mie priorità sono la nuova gestione delle Rsa comunali, legalità, lavori pubblici, disabilità, ambiente e patrimonio edilizio. È  la politica al servizio dei cittadini e non viceversa”.

“Sulle Rsa comunali – dice Capezzoli – occorre pensare una clausola occupazionale forte da inserire nei capitolati di gara a tutela del personale già duramente colpito, è bene ricordarlo, nell’ultimo passaggio di gestione, caratterizzato anche dal cambiamento imposto dal comune da appalto a concessione. Fare una verifica attenta e rigorosa delle esigenze del territorio anche attraverso l’incremento di quote sociali, facendo in modo di dare spazio alle strutture pubbliche, rispetto la crescente invadenza di iniziative di società private non sempre allineate col sistema socio assistenziale pubblico”.

“Occorre – prosegue –  riaffermare i valori di legalità e lotta alla corruzione con una nuova disciplina di selezione dei candidati ai vertici delle aziende pubbliche, comprese le partecipate di ogni livello, per fare in modo che la selezione si basi su criteri di trasparenza ed evidenza pubblica con introduzione del principio, vincolante, della netta separazione tra politica e amministrazione, divieto di cumulo di cariche elettive, e la parametrazione degli stipendi dei manager pubblici allo stipendio dei propri dipendenti con introduzione del principio di collegamento tra il compenso ed i risultati ottenuti. Serve una pubblica amministrazione che assiste il cittadino nello svolgimento delle procedure che regolano i rapporti cittadino/amministrazione, anziché porsi come una controparte e, spesso, solo con funzioni sanzionatorie. Adoperarsi perché una virtuosa politica di bilancio si sostanzi nella ricerca dell’efficienza e dell’efficacia dell’azione amministrativa e non nel taglio dei servizi, da mantenere e, anzi, da sviluppare. Maggiore attenzione dovrebbe poi darsi all’assistenza delle persone diversamente abili e all’abbattimento delle barriere architettoniche. Istituzione del caregiver familiare, come un livello essenziale delle prestazioni sociali . Tale figura dev’essere intesa come un genitore, un figlio o in generale un parente che si prenda cura del disabile nella sua attività quotidiane.”

“Sul patrimonio edilizio serve attenzione – prosegue Capezzoli – alle piccole e medie opere, partendo dal completamento del programma per la messa in sicurezza degli edifici scolastici e da quello per le piccole e medie opere. Il sistema dei trasporti pubblici deve essere un sistema efficiente che possa essere utilizzato da tutti, veloce, facilmente accessibile, economico e realmente alternativo al mezzo di trasporto privato. Infine l’ambiente: serve prendere e mantenere contatti costanti con le associazioni ambientaliste presenti sui territori, nonché con i molti comitati che si sono formati in una pluralità a seguito di scelte discutibili fatte da varie amministrazioni locali; promuovere una gestione del territorio che ponga freno alla speculazione edilizia  e nel contempo sia grado di contemperare la legittima aspirazione dei cittadini ad un’abitazione con la tutela del paesaggio e del patrimonio storico artistico; promuovere la tutela delle risorse idriche ed adoperarsi per una corretta gestione dei rifiuti. La tutela delle risorse idriche comporta che l’obbligatoria depurazione degli scarichi diventi un’azione realmente controllata e che le infrastrutture deputate a questo siano incentivate favorendo la possibilità di utilizzare nuovi e performanti impianti di purificazione delle acque reflue di origine civile e industriale”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.