Quantcast

Lega: “A Lucca un grave problema di sicurezza, il Pd si è sempre voltato dall’altra parte”

Il gruppo dopo l'ennesimo episodio di vandalismo avvenuto nei sotterranei delle Mura: "Serve una revisione del regolamento, più telecamere e più controlli sul territorio"

“Sicurezza a Lucca, quanti errori. E li stiamo pagando tutti”. Così Riccardo Cavirani, commissario provinciale della Lega e Salvadore Bartolomei, commissario comunale, dopo l’ennesimo atto di vandalismo che stavolta ha visto protagonista una delle opere d’arte simbolo della Biennale Cartasia, icona anche della campagna pubblicitaria di Apple.

“Anche noi – dichiarano i vertici Lega Lucca – siamo stati nel mirino di vandali che nei giorni scorsi  hanno imbrattato le vetrine della sede del Carroccio in via Nieri, episodio mai rivendicato. Per fare la cronaca solo degli ultimi giorni, ci sono stati raid su auto e furti sia a San Marco che nel parcheggio Mazzini e la violenta rissa scoppiata nel cuore del centro, in piazza San Michele, tra due persone di cui un senza dimora”.

“Sabato sera – proseguono – l’ennesima notte tra danneggiamenti e furti con i commercianti esasperati nella zona di via di Poggio. Anche su questo tema, priorità assoluta, la politica della sinistra dimostra di fare acqua da tutte le parti: spegne la movida ma non affronta il problema vero. Serve una revisione del regolamento, più telecamere e più controlli sul territorio. Siena, Grosseto, Arezzo e Pisa, anche grazie alla spinta dell’allora ministro dell’interno Matteo Salvini, si stanno dotando dei taser, un mezzo di difesa a tutela dell’incolumità di chi è impegnato nei servizi di vigilanza. A Lucca quando dovremo aspettare anche per questo?”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.