Quantcast

L’assessora Spinelli a Lucca per Sinistra con: “C’è una visione del mondo che mette al centro il sociale, il lavoro e le classi popolari”

Partecipato incontro al Dopolavoro ferroviario

“Essere a sinistra vuol dire avere una visione del mondo che mette al primo posto le questioni legate alla sopravvivenza del genere umano, in primo luogo la tutela degli equilibri ambientali e climatici e il rifiuto della guerra e della logica della crescita degli armamenti”.

E’ stata molto netta su questo l’assessora regionale Serena Spinelli, all’incontro di ieri sera organizzato dalla Lista Sinistra con Lucca/Sinistra civica ed ecologista. In cui si è parlato fra l’altro di politiche sociali, diritti, giovani, cooperazione internazionale, accoglienza.

“E vuol dire – ha aggiunto – avere i principali riferimenti sociali nel modo del lavoro e delle classi popolari. Di cui occorre difendere e migliorare le condizioni economiche, nonché il diritto di accesso all’istruzione e alle cure, attraverso la difesa e il miglioramento della scuola pubblica e di una sanità pubblica e universalistica. Dobbiamo rispondere al disagio sociale che il Covid ha peggiorato – ha affermato l’assessora – ma che era già ben presente anche prima, perché frutto in gran parte di decenni di politiche neoliberiste che hanno ridotto lo spazio e le risorse destinate ai servizi pubblici. Noi amministratori dobbiamo avere la capacità di realizzare politiche a livello regionale e locale che rendano concreti questi principi rispetto alla vita reale delle persone, come nella migliore tradizione della sinistra toscana”.

L’incontro al Dopolavoro ferroviario, molto intenso e partecipato, è stato coordinato da Maurizio Franceschi, coordinatore provinciale di Sinistra civica ed ecologista, e introdotto dai capilista Daniele Bianucci e Valeria Giglioli.

I quali hanno evidenziato “l’importante lavoro fatto in questi anni in Consiglio e in Giunta su questi temi. Così come la bella esperienza dell’associazione Sinistra con Lucca. La quale è riuscita in questi anni a coniugare riflessione politica generale, per il rilancio di un’idea progressista nel nostro paese, ad un apporto concreto e fattivo al governo della città”.

Franceschi ha infine ricordato lo slogan della lista: “la nuova energia che essa intende portare al servizio della nostra città, grazie all’esperienza amministrativa accumulata, ma anche grazie all’entusiasmo di tutti i candidati, volenterosi e competenti, tra cui tante donne e giovani e di tutti coloro che assieme a Sinistra con Lucca mettono il loro impegno per una nuova stagione democratica e di progresso per la nostra città”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.