Dal Covid al futuro della sanità, Paolo Malacarne a Lucca per un incontro di Sinistra Con

Il candidato consigliere Daniele Bianucci: "La pandemia ce l'ha insegnato: servono più investimenti"

La salvaguardia e la promozione della sanità pubblica al centro della campagna elettorale. Ad organizzare un appuntamento di approfondimento sul tema è Daniele Bianucci, candidato consigliere comunale per la lista Sinistra con Lucca, che martedì prossimo (31 maggio) alle 18 al Mercato del Carmine ospita Paolo Malacarne, a lungo primario all’ospedale di Pisa e protagonista di numerose e importanti battaglie a favore della sanità toscana. Assieme a loro si confronteranno anche Patrizia Fistesmaire, Pilade Ciardetti e Fabrizio Simonetti; ci sarà poi lo spazio per il dibattito aperto a tutte le persone interessate.

“Il Covid ce lo ha insegnato: occorre investire dalla sanità pubblica per uscire dalla crisi – sottolinea Daniele Bianucci – Per due anni abbiamo detto che dovevamo uscirne migliori, e che la pandemia e le sue cause e i suoi effetti ci avrebbero convinto sulla necessità di porre finalmente e di nuovo l’attenzione sulla sanità, così come sulla scuola, sull’ambiente e sui beni comuni. Ed invece, ad oggi, una netta discontinuità rispetto al passato ancora non si è realizzata: è per questo che occorre costruire occasioni di approfondimento e mobilitazione, per far crescere la voce di chi chiede più investimenti, più tutela della risorse umane impegnate nelle attività sanitarie, maggiore formazione continua, una crescita nell’attenzione nei confronti degli utenti, un’assistenza territoriale maggiormente capillare e soprattutto facilmente accessibile. Di questi argomenti parleremo assieme, partendo appunto dall’esperienza di Paolo Malacarne: una personalità da sempre impegnata a favore di una sanità pubblica universale di qualità”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.