Quantcast

Casella (Europa Verde): “Con Raspini introdurremo le buone pratiche contro la crisi climatica”

In caso di vittoria al ballottaggio del centrosinistra il giovane ingegnere entrerebbe in Consiglio per la lista ambientalista

Europa Verde, in caso di vittoria, eleggerà un consigliere comunale. Si tratta di Gabriele Casella, 24 anni, di Nave.

“Mi sono diplomato – dice – nel 2016 al liceo scientifico Vallisneri, dopodiché mi sono trasferito prima a Torino e poi a Milano, ma senza mai avere il desiderio di fuggire da Lucca. Ho appena concluso il corso di laurea magistrale in ingegneria energetica, durante il quale ho capito che la transizione ecologica ed energetica non è soltanto un’enorme sfida tecnologica ma anche una questione profondamente sociale e politica. Per questo ho deciso di dedicare parte del mio tempo all’attivismo: dai Giovani federalisti europei ai Fridays for Future, dalla scuola di politiche fino ad Europa Verde. Durante i miei studi, ho avuto la possibilità di conoscere meglio alcune città d’Italia e d’Europa (grazie anche alle opportunità offerte dall’Erasmus). In queste occasioni, ho notato tante piccole buone pratiche che potrebbero essere messe in pratica anche a Lucca, per farne una città che lavora attivamente nel contrasto alla crisi climatica. Se domenica 26 giugno Francesco Raspini verrà eletto sindaco di Lucca e diventerò consigliere, ci sono alcune proposte su cui mi piacerebbe lavorare fin dai primi giorni”.

“In primis, visti i miei studi – prosegue – mi è ovviamente caro il tema dell’energia. Il Comune di Lucca potrebbe aprire degli sportelli dedicati alla promozione delle comunità energetiche per far conoscere questa realtà ai lucchesi e aiutarli con la burocrazia. Il Comune di Lucca potrebbe collaborare con il Gestore dei servizi energetici (Gse) e puntare, nei cinque anni di amministrazione, al premio Comuni
Sostenibili Gse. La mobilità sostenibile è un altro cardine del programma di Europa Verde e della coalizione a sostegno di Francesco Raspini. Il comune di Lucca dovrebbe lavorare fin dall’inizio all’introduzione di servizi di bike sharing (su esempio di ToBike, BikeMi, CicloPi rispettivamente a Torino, Milano e Pisa). Il servizio potrebbe entrare in funzione dopo una dettagliata analisi di fattibilità per decidere quante rastrelliere installare nel comune di Lucca e per capire dove sarebbe meglio collocarle. Per quanto riguarda il trasporto  pubblico locale su gomma, oltre ad ampliare il servizio di navette e autobus con nuove corse e negli orari notturni, sarebbe necessario che il più ampio numero di fermate avesse una pensilina coperta, sufficientemente illuminata e con degli schermi indicanti l’orario di arrivo del mezzo. Si tratta di una misura che guarda non solo ad un maggiore confort del viaggiatore, ma anche al libero movimento delle donne, delle persone che non si riconoscono nel binarismo degli stereotipi di genere e, più in generale, di tutte le minoranze”.

“Ultimo, ma non per importanza – dice – vorrei lavorare per aumentare la consapevolezza e la sensibilizzazione dei lucchesi sulle tematiche ecologiste. Il Comune di Lucca dovrebbe promuovere un elenco di buone pratiche rivolte alle famiglie e ai cittadini lucchesi per ridurre i consumi energetici e di acqua. La promozione potrebbe avvenire online (sulle pagine web e social del Comune di Lucca) e anche attraverso dei pannelli da apporre nei mezzi pubblici o negli spazi di affissione del Comune (ad esempio in prossimità delle porte delle Mura, nei quartieri social, ecc.). Il Comune potrebbe sfruttare questi spazi anche per comunicare le misure che la Città stessa sta attuando per adattarsi ai cambiamenti climatici”.

“Chiudo – conclude Casella – rivolgendomi in particolare alle giovani e ai giovani lucchesi. Lucca ha bisogno di idee, di proposte che guardino ad alcune buone pratiche europee, di innovazione sociale ed economica. Insomma, ha bisogno di noi. Domenica 26 giugno al ballottaggio votiamo per le persone che danno il nostro stesso peso alle questioni che più ci stanno a cuore: votiamo per Francesco Raspini”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.