Oltre 1000 euro per il cellulare del sindaco: è subito polemica

A sollevarla, fra gli altri, il consigliere dem Alfarano. Il sindaco: "Ho chiesto agli uffici di poter avere uno smartphon con la tecnologia iOS e mi hanno risposto che non era un problema"

Cambia l’amministrazione comunale di Lucca, cambia il sindaco e la prossima a cambiare sarà la giunta, ma non si placano le polemiche politiche. In un’atmosfera ancora da campagna elettorale, stavolta a lamentarsi delle scelte della nuova amministrazione è il neoconsigliere eletto nelle liste del Pd, Vincenzo Alfarano, che sulla propria pagina Facebook, critica una delle prime determine dirigenziali per la fornitura di un telefono cellulare per il nuovo sindaco della città di Lucca.

Si tratta di un’iPhone 13 dal valore di mercato di oltre mille euro.

“Un cellulare da 1.166,32 euro per il nuovo sindaco – dichiara nel post il giovane consigliere comunale dem, Vincenzo Alfarano -. Tra i primi atti della nuova amministrazione c’è questa determina inerente l’acquisto, per le esigenze di servizio del neoeletto sindaco, di un telefono cellulare da 1.166,32 euro”.

“Lungi da me il voler fare populismo facile – prosegue il consigliere in forze al Pd -, ma penso che, quando si usano i soldi dei contribuenti, un po’ di oculatezza in più non guasterebbe. Se tutti i nuovi componenti della giunta intendessero dotarsi, per ragioni di servizio, dello stesso mezzo, avremmo una spesa per il Comune di oltre 10mila euro”.

“Ci tengo, pertanto, ad invitare la nuova amministrazione ad una maggiore sobrietà – conclude Alfarano -. Siamo sicuri che in un momento storico così delicato per la cittadinanza, con una pandemia e una guerra in corso, non si potesse reperire sul mercato un cellulare altrimenti valido, ad un prezzo minore?”.

Il sindaco di Lucca Mario Pardini, contattato da Lucca in Diretta così spiega i motivi dell’acquisto: “Ho sempre avuto un iPhone e anche adesso utilizzo in privato la tecnologia iOS – dichiara – Ho chiesto quindi agli uffici se era possibile avere un cellulare che fosse compatibile con il mio, gli uffici mi hanno risposto che non era un problema. Vorrei precisare che non si tratta di un modello pro o speciale di iPhone e non è neanche uno degli ultimi, è un normalissimo iPhone 13 da 256 Gb di memoria. Prima di me l’amministrazione comunale utilizzava cellulari Android, io però sono molti anni che utilizzo solo come sistema l’iOS e ho fatto questa richiesta”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.