Fagnani (Lega): “Basta polemiche pretestuose, lavoriamo insieme per i cittadini”

Il consigliere: "Noi siamo pronti a una fattiva collaborazione: la minoranza libera di scegliere l'opposizione che vuole attuare"

“Le sterili e pretestuose polemiche sollevatesi in questi giorni tra opposizione e maggioranza non sono utili a nessuno: lavoriamo per i cittadini”. Così il consigliere della Lega Massimo Fagnani interviene dopo l’inasprimento dei toni della politica negli ultimi giorni.

“Non sono utili a chi deve governare la città in questa complicatissima congiuntura storica, non sono utili ai gruppi di minoranza, e soprattutto non sono utili ai nostri concittadini che percepiscono una litigiosità che non li avvicinerà certo alle Istituzioni, obiettivo dichiarato da entrambe le parti: maggioranza e opposizione – prosegue Fagnani -. Nel suo primo intervento in consiglio comunale, nel quale dichiarò che eravamo tutti insieme amministratori della cittadinanza, il consigliere Raspini lanciò un messaggio politico, apprezzato anche dai banchi della maggioranza, che adesso non pare più coerente. Gli interventi fatti in consiglio dal sottoscritto e dal capogruppo della Lega Pasquinelli erano finalizzati a far capire a tutti che sollevare continue polemiche non giova a nessuno, ma non giova soprattutto alla minoranza, il cui elettorato avrà tempo 5 anni per valutarne capacità e scelte amministrativo politiche”.

“In particolare il sottoscritto ha tenuto a sottolineare che i consiglieri dovrebbero essere propositivi (anche quelli dell’opposizione) con suggerimenti mirati ad aiutare sindaco e giunta a fare le scelte più corrette, mentre l’intervento di Pasquinelli era indirizzato a valorizzare l’importanza dell’istituzione consiliare in toto, per ottenere una collaborazione da parte di tutti a lavorare per i nostri cittadini che valuteranno il nostro operato – prosegue il consigliere della Lega -. La Lega, ancora una volta, con questa riflessione pubblica, vorrebbe dare un contributo atto a stemperare i toni indotti dal caldo torrido di questi giorni ferragostani. Ovviamente riconosciamo alla minoranza la libertà di scegliere la tipologia di opposizione da mettere in atto. Ma iniziare la consiliatura con le critiche alla scelta di un ‘telefono’, critiche ad alcuni assessori prima addirittura che iniziassero il loro lavoro, proseguendo con l’accusa di un cambiamento che tarda ad arrivare dopo un solo mese dal ballottaggio, non sembrano andare verso la direzione annunciata dallo stesso Raspini nel primo Consiglio Comunale”.

“Qualche elettore di centro sinistra ancora deluso dal risultato elettorale forse plauderà alla ‘capacità’ dell’opposizione di ‘pungolare’ sindaco, giunta e consiglieri di maggioranza. Ma l’ottenere qualche ‘mi piace’ sarà, a nostro giudizio, successo effimero. Conosciamo i nostri concittadini lucchesi e riconosciamo loro un’intelligenza e una capacità di valutazione molto elevata e consideriamo l’elettorato della nostra città molto evoluto, non riteniamo quindi che questo modo di fare opposizione risulterà premiante – conclude Fagnani -. Alcuni dei miei migliori amici, persone con cui ho anche rapporti di lavoro e che stimo tantissimo, hanno opinioni politiche diverse dalle mie. La nostra amicizia e la nostra collaborazione professionale non hanno assolutamente risentito della mia scelta di impegno pubblico, perché tra persone intelligenti e senza preconcetti, esiste sempre la possibilità di capirsi e di venirsi incontro, per il bene comune. A ogni modo, a ognuno le sue scelte, ma al medesimo modo con cui apprezziamo gli accorti ‘avvertimenti’ del consigliere Francesco Raspini durante i consigli comunali, ‘avvertiamo’ che siamo pronti a una fattiva collaborazione, non a pretestuosi battibecchi”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.