Villa Guinigi chiusa alla vigilia di Ferragosto, l’ira di Sgarbi: “Intollerabile”

Il critico d'arte e parlamentare: "Il prossimo governo dovrà affrontare la questione dei musei tenuti chiusi proprio nei giorni in cui i turisti vorrebbero visitarli"

Villa Guinigi chiusa alla vigilia di Ferragosto, Vittorio Sgarbi alza la voce. Il critico d’arte, in questi giorni in Versilia per una serie di appuntamenti, ha stigmatizzato la cosa.

“Il prossimo governo dovrà affrontare la questione dei musei tenuti chiusi proprio nei giorni in cui i turisti vorrebbero visitarli, cioè durante le vacanze. Le polemiche non servono, ma non posso tacere, anche per quello che abbiamo firmato nel recente appello per la cultura, come sia intollerabile che il 14 agosto, in pieno periodo di vacanze che riguardano il turismo d’arte, un grande museo come quello di Villa Guinigi a Lucca, risulti chiuso proprio mentre è in corso una mostra del grande scultore lucchese Matteo Civitali, scoperto da un giovane studioso, Valentino Anselmi”.

“Informato il direttore, Stefano Casciu – prosegue Sgarbi – che comunque ha mostrato la sua disponibilità, ho appreso che non era possibile visitarlo per un contenzioso con i custodi: inaccettabile. Non ho insistito perché la questione non riguarda la mia persona, ma l’entusiasmo di un curatore che non è in grado di far conoscere le sue mostre al mondo degli studenti, alla stampa e ai visitatori. In pratica mentre in Grecia il museo dell’Acropoli di Atene è aperto di notte (e così la basilica palladiana di Vicenza) a mezzogiorno il museo di Lucca è chiuso”.

“Questa vicenda – conclude Sgarbi – ci dice come il nuovo governo dovrà affrontare anche situazioni come questa che rappresentano una inaccettabile paralisi dello stato rispetto al godimento e alla conoscenza delle opere d’arte”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.