Tambellini: “Piano operativo, dubito che perdere altro tempo sia nell’interesse generale”

L'ex sindaco a Colucci: "Noi non abbiamo nulla da nascondere, la nostra idea di città è negli atti che abbiamo compiuto"

“Sul piano operativo non abbiamo nulla da nascondere”. A dirlo è l’ex sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini, rispondendo a Francesco Colucci dei Riformisti per Italia Viva.

“Stia tranquillo, Francesco Colucci. Questa torrida estate forse causa notti insonni a molti. Ma non a noi. Come ha spiegato Serena Mammini – scrive l’ex primo cittadino – che in precedenza si è occupata dell’urbanistica locale con passione e competenza, non abbiamo proprio nulla da nascondere. Quel che è stato fatto, in base alle idee di fondo che hanno guidato sia la redazione del piano strutturale che del piano operativo – riduzione del consumo di suolo; recupero dell’esistente; servizi nei quartieri; salvaguardia del paesaggio e incremento delle aree verdi; previsione delle infrastrutture necessarie; garanzia di sviluppo per le imprese esistenti – è scritto con chiarezza negli atti, se soltanto si ha la capacità di leggerli“.

“Non c’è da parte nostra alcuna paura che come dice Colucci ci faccia far ’90’ o 150 oppure 180. L’attuale amministrazione – scrive Tambellini – ha piena libertà di agire come ritiene opportuno. È giusto tuttavia chiedersi se un significativo ritardo nella definitiva risistemazione dell’urbanistica locale, con l’incertezza e il disordine seguiti al superamento, accertato nel 2008, di tutte le quantità edificabili disponibili, vada o meno nella direzione dell’interesse generale. Un’ultima notazione. Se ‘sinistra’ vuol dire far riferimento ai princìpi che hanno sorretto nel tempo i tentativi di costruire una società più equa e più giusta, allora accetto volentieri l’appellativo di ‘sinistri0 che Colucci ci rivolge, pur con l’ambiguità di significato che il termine, usato in quel modo, lascia trasparire. Ma visto che in passato come ho detto Colucci ha occupato posizioni di rilievo nel Partito Socialista, che di certo non era un partito di ‘destri’, forse Colucci prima sbagliava. O forse sbaglia adesso”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.