Per Lucca e i suoi paesi: “Luminara, bene lo stop ai led dal 2023”

Il movimento: "E' stato un errore introdurre per la processione luci non tradizionali"

“Apprendiamo che l’amministrazione comunale vorrebbe, dal 2023, ritornare all’illuminazione a cera per la processione del 13 settembre. Si tratterebbe di una decisione saggia in quanto, come da noi più volte affermato, il sistema a Led è in aperto contrasto con un’eredità storica e culturale che ha alle spalle più di mille anni di storia”. E’ questa la posizione di Per Lucca e i suoi paesi.

“L’introduzione di luci non tradizionali – sostiene il movimento – è stato un errore di enorme portata, che ha prodotto un pessimo effetto, con illuminazione fredda, bianchiccia, triste e tremolio visibilmente artefatto e ben diverso da quello dei lumini tradizionali. L’utilizzo di lumini a cera o ad olio è parte integrante del patrimonio culturale e storico della Luminara e la loro sostituzione non è discutibile solo sotto il profilo estetico, ma anche sotto quello della tutela del patrimonio culturale immateriale come statuito dall’articolo 7 bis del codice dei beni culturali”.

“Con il brutto episodio delle luci a Led – sostiene Per Lucca e i suoi paesi – si è toccata una punta di sciatteria e speriamo si sia solo andati vicino a distruggere una delle più belle manifestazioni della cultura popolare italiana. Auspichiamo dunque che si possa rimediare, nel modo più veloce possibile, agli errori fatti. Speriamo che dall’anno prossimo si attui un percorso di riscoperta e rivalutazione di una festa che è essenza ed anima della città. Chiediamo si dia spazio a persone capaci ed appassionate che possano rifar grande la festa. Inoltre, già nella prossima Luminara, pur essendo purtroppo impossibile eliminare le luci a Led, si tenti almeno di distribuire ai residenti i lumini a cera, giacché non tutte le luci vengono messe in posto dagli operatori incaricati dal Comune. Almeno i privati siano incitati ad utilizzare i sistemi tradizionali. Ci appelliamo dunque al sindaco confermi la volontà di salvaguardare la tradizione millenaria della Luminara e perché si confermi in modo netto che dall’anno prossimo l’orribile parentesi del Led resterà un ricordo”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.