Pd, Graziani “trasloca” al Senato. Per la Camera è ballottaggio fra Mammini e Menchetti

La candidata camaiorese: "Felice di rappresentare una parte della Versilia". Il Pd lucchese ora punta ad avere la sua rappresentante a Montecitorio

Non sarà una partita a scacchi, perché le logiche che ne stanno alla base mirano ad offrire una rappresentanza alla provincia di Lucca per un partito, il Pd, che, alle ultime elezioni amministrative, al netto della sconfitta di coalizione, si è rivelato ancora in buona salute. Ma la pedina è ormai mossa. È quella, per così dire, di una regina già “investita” della candidatura, che passa però dal riempire la casella per la Camera a quella per il Senato. La posizione della camaiorese Anna Graziani – di questo si tratta – è, infatti, destinata a percorrere la strada che separa Montecitorio da Palazzo Madama. Almeno per quello che riguarda le candidature sulla carta.

Data come candidata a occupare la poltrona di deputata nel collegio uninominale 3 per la Camera, come rappresentante della provincia di Lucca, Graziani è in viaggio per il Senato: ormai è ufficiale la sua candidatura nel collegio uninominale 3 che comprende per Palazzo Madama Lucca, Valle del Serchio, parte della Versilia, Massa, Valdinievole e Pistoia e che era stato inizialmente assegnato alla coalizione. Il posto lasciato “vacante” alla Camera potrebbe essere così riempito da una delle due donne, proposte dalla segreteria territoriale del Pd di Lucca ma rimaste fuori dalle decisioni di Ferragosto prese dalla direzione nazionale al Nazareno. A confermarlo è la stessa Graziani in un post su Facebook: “Sono felice di comunicare che il Partito Democratico ha deciso di darmi la possibilità di rappresentare una parte della Versilia. Sarò quindi candidata al Senato nel collegio uninominale che comprende Pietrasanta, Forte dei Marmi, Seravezza e Stazzema, oltre che Lucca, la provincia di Massa Carrara, Prato, Pistoia e il Mugello. Credo che questa decisione consenta di organizzare in modo più efficace la rappresentanza territoriale sia della Versilia che della Lucchesia. Ci vorrà ancora più impegno e determinazione. Fortunatamente disponiamo di entrambi. Chiedo a tutti voi il vostro aiuto a parlare nelle prossime quattro settimane con i vostri amici, concittadini, colleghi, parenti, aiutarmi a spiegare le nostre ragioni e il nostro progetto. Dobbiamo mettercela tutta, possiamo vincere”.

Decisioni che avevano lasciato l’amaro in bocca in casa del Pd di Lucca, che si aspettava di avere un rappresentante locale per le elezioni legislative del prossimo 25 settembre. E’ per questo che tornano in auge i nomi di Serena Mammini, ex assessore all’urbanistica e adesso consigliera comunale dem, e quello di Roberta Menchetti, attualmente membro della giunta a Porcari, guidata dal sindaco Leonardo Fornaciari.

Si tratta ovviamente soltanto di ipotesi ma la decisione sarà assunta a stretto giro. Fonti bene informate ritengono che la partita sarà chiusa al massimo entro domattina (19 agosto). La sfida è tutta al femminile per una questione di “quote rosa”. Se dovesse essere confermato lo spostamento di Graziani al Senato, la “casella” Camera dovrebbe essere riempita da una donna. Ed è chiaro che a questo punto il Pd in Lucchesia preme per una sua rappresentante.

Rob. Sal.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.