Menu
RSS

Consorzio di Bonifica, stravince Ismaele Ridolfi

ced7390c 3488 47b5 8a11 6590d7367194Una vittoria schiacciante. Ismaele Ridolfi è stato riconfermato alla guida del Consorzio di Bonifica Toscana Nord 1 con percentuali bulgare rispetto allo sfidante Fortunato Angelini, ottenendo oltre il triplo delle preferenze. I risultati ancora ufficiosi incoronano Ridolfi con 1855 preferenze contro le 433 di Angelini. La lista collegata al presidente, Ambiente sicurezza e sviluppo, ottiene complessivamente 5505 voti, contro i 1214 di Impegno per il territorio. Sono i dati dello scrutinio che si è prolungato da ieri sera alle 19 fino all'alba di questa mattina (7 aprile). I dati non hanno ancora acquisito il valore dell’ufficialità: manca infatti la proclamazione formale da parte dell’ufficio elettorale consortile. Ma il quadro emerso fino ad ora non sembra lasciare grandi dubbi riguardo all’esito definitivo. Tra tutto da sottolineare il dato sull'affluenza: quella per il Consorzio Toscana Nord 1 è stata la più alta dei sei enti consortili toscani al voto.

“Raccolgo l’esito delle urne con emozione, orgoglio e gratitudine – è il primo commento di Ismaele Ridolfi, che sfondando quota 1800 preferenze personali stacca tutti gli altri candidati – Interpreto il risultato raggiunto come una valutazione ampiamente positiva sul lavoro che, negli ultimi cinque anni, abbiamo svolto sul territorio. In queste settimane mi sono confrontato con tantissimi cittadini: e da loro ho avuto conferma che il Consorzio è percepito oggi come un soggetto a loro vicino, che lavora bene e che si prende cura, con efficacia, del nostro ambiente. Il successo non è certo solo mio, ma di tante e tante persone; la nostra lista, infatti, poggia in maniera solida su una larga alleanza, che mette insieme mille espressioni di ogni pezzo della società: le associazioni, i balneari, gli agricoltori, le organizzazioni professionali e di categoria, i territori, il mondo cattolico. E la nostra forza è soprattutto quella di rappresentare tutte le aree, nessuna esclusa, che vanno a comporre il nostro vasto e composito comprensorio. Desidero ringraziare tutte le persone che hanno collaborato alla costruzione di un progetto così articolato; e la gratitudine più grande va alle tante cittadine e ai tanti cittadini, che ci hanno accordato la loro fiducia. Proseguiremo sulla strada intrapresa, insieme: per la sicurezza del nostro territorio”.
Il voto nelle sezioni. Le elezioni hanno designato i nomi dei quindici membri elettivi dell’assemblea consortile: in ognuna delle tre sezioni in cui è articolato il collegio elettorale, la lista Ambiente, sicurezza, sviluppo per Ismaele Ridolfi presidente riesce ad eleggere quattro consiglieri; la lista Insieme per il territorio si ferma ad un consigliere per sezione. Sezione 1 (quella in cui hanno votato i consorziati che pagano un contributo annuo fino a 67,05 euro). Vince nettamente la lista Ambiente, sicurezza, sviluppo per Ismaele Ridolfi presidente, che raccoglie 5505 voti, ed elegge nell’ordine: Ismaele Ridolfi (1855 voti), Luigi Pagani (1401 voti), Giorgio Berti (421 voti), Giovanni Satti (403 voti). Nella solita lista, raccolgono preferenze anche Antonio Sacchini (313 voti), Fabrizio Volpi (272 voti), Fabrizio Bondielli (263 voti), Enrico Bertelli (237 voti), Cristiano Genovali (109 voti), Francesco Grossi (109 voti). La lista concorrente, “Insieme per il territorio”, si ferma invece a 1214 voti, ed elegge solo Fortunato Angelini (433 voti). Nella lista sconfitta, raccolgono preferenze Dina Paola Bertola (111 voti), Francesco Ambrogini (48 voti), Itala Tenerani (91 voti), Maurizio Mazzanti (30 voti), Diana Tonelli (35 voti), Gabriele Attilio Brunini (129 voti), Luca Bianchi (91 voti), Alceste Citti (21 voti), Giancarlo Ronzat (36 voti).
Sezione 2 (quella in cui hanno votato i consorziati che pagano un contributo annuo da 67,05 euro fino a 419,99 euro). Vince nettamente la lista Ambiente, sicurezza, sviluppo per Ismaele Ridolfi presidente, che raccoglie 1165 voti ed elegge nell’ordine: Enrico Petriccioli (203 voti), Claudio Ghilardi (177 voti), Gabriella Pedreschi (170 voti), Andrea Celli (131 voti). Nella solita lista, raccolgono preferenze anche Umberto Bartoli (93 voti), Marco Carmazzi (76 voti), Mauro Giovannelli (41 voti), Massimo Gragnani (84 voti), Renzo Pasquale Redomi (24 voti), Marinella Spagnoli (78 voti). La lista concorrente, Insieme per il territorio, si ferma invece a 660 voti ed elegge solo Gianpaolo Bertola (255 voti). Nella lista sconfitta, raccolgono preferenze Dora Bonuccelli (31 voti), Pierluigi Cinquini (44 voti), Laura Botarelli (83 voti), Raimondo Tomei (33 voti), Tiziana Nicodemi (17 voti), Vivaldo Tonini (53 voti), Morena Marsili (13 voti), Fabrizio Gorini (15 voti), Massimo Ronzi (8 voti).
Sezione 3 (quella in cui hanno votato i consorziati che pagano un contributo annuo superiore a 420,09 euro). Vince nettamente la lista Ambiente, sicurezza, sviluppo per Ismaele Ridolfi presidente, che raccoglie 240 voti ed elegge nell’ordine: Rolando Bellandi (47 voti), Mario Lorenzo Tocchini (41 voti), Silvio Righi (29 voti), Paolo Ciotti (27 voti). Nella solita lista, raccolgono preferenze anche Guido Bertacca (16 voti), Giuseppe Bigongiari (19 voti), Giovanni Cittadini (19 voti), Serena Dilda (12 voti), Ernesto Lorenzetti (11 voti), Moreno Petrini (9 voti). La lista concorrente, Insieme per il territorio, si ferma invece 109 voti ed elegge solo Pietro Casali (37 voti). Nella lista sconfitta, raccolgono preferenze Monica Barbara Baldini (6 voti), Renato Paolo Bianchini (3 voti), Giovanfelice Cesaretti (3 voti), Anna Maria Selmi (4 voti), Daniele Moretti (2 voti), Carlo Tucci (5 voti), Alessandro Montaresi (24 voti), Riccardo Bertilotti (2 voti).
I dati nei Comuni. Entrando nel dettaglio della provincia risalta il risultato di Lucca dove Ridolfi spopola. Nel seggio di Lucca 4 raccoglie infatti 65 preferenze, mentre 79 sono stati i voti di lista. Bene anche negli altri seggi, come ad esempio Lucca 2 dove la lista Ridolfi ottiene 58 voti e il candidato 49. Una vera e propria ovazione a Piazza al Serchio per la lista Ambiente sicurezza e sviluppo, con 137 voti ottenuti.
Anche a Porcari Ridolfi in testa con 38 voti alla lista e 34 preferenze. Buon risultato anche a San Romano in Garfagnana con 64 voti alla lista che raggiungono i 62 a Sillano.
Soltanto a Viareggio la lista vincitrice va in qualche caso sotto, come era da prevedere, a tutto favore di Angelini che al seggio 1 conquista 112 voti rispetto ai 43 di Rifolfi
Al seggio 2 vince Ridolfi ma la situazione si ribalta ancora ai seggi 3  4 a favore di Impegno per il territorio. Anche a Pescaglia non c'è storia: Ridolfi primeggia e così anche in tutti i seggi di Capannori dove il presidente riconfermato ottiene 101 preferenze al seggio 3 e ben 147 al seggio 1. La lista qui vola a 157 voti. Buono il risultato di Claudio Ghilardi: l'assessore della giunta Menesini entra infatti nel cda. "Grande, davvero grande risultato per il nostro Claudio Ghilardi che entra nel Cda del Consorzio - ha commentato il sindaco di Capannori - .  Entra anche il consigliere di Porcari, Tocchini. Molto bene. Mai come in questa elezione ci siamo assicurati un Consorzio che si occupi prima di tutto della sicurezza idraulica della Piana di Lucca, a partire da Capannori. Era un nostro obiettivo e lo abbiamo centrato".
Anche a Coreglia la vittoria è schiacciante con 136 voti alla lista. Stessa sinfonia a Gallicano con 67 voti alla lista Ridolfi contro gli appena 6 di quella di Angelini.

In allegato la tabella con i risultati ufficiosi

Ultima modifica ilDomenica, 07 Aprile 2019 16:08

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter