Menu
RSS

Ordinanza prefetti, sindaco a Salvini: “Mina democrazia”

tambellinifasciaIl sindaco Alessandro Tambellini contro il vicepremier Salvini dopo l'ordinanza sui poteri dei prefetti: "Prima - scrive il primo cittadino sui social - mortifica i militari e le forze dell’ordine, imitando il loro lavoro (anche il loro abbigliamento) e il loro ruolo, poi attenta all’autonomia dei sindaci, mettendo in discussione con una sola ordinanza il fondamento assoluto del nostro Stato: la democrazia, il voto di tutti noi cittadini. Lo dice il ministro tuttofare con una direttiva: al posto dei sindaci democraticamente eletti basta il prefetto, nominato dal governo, quindi da lui, per decidere cosa fare, dove, come e perché in nome di una sicurezza che c’è a momenti alterni, secondo una personale interpretazione".

Leggi tutto...

Codacons: “Giro di vite su uso telefoni alla guida”

  • Pubblicato in Cronaca

autocellIl Codacons ha inviato oggi una formale diffida ai prefetti di Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Pisa, Pistoia, Prato e Siena, chiedendo loro di attivarsi per incrementare la sicurezza stradale durante il periodo natalizio, quando cioè aumenta sensibilmente il numero di cittadini che si spostano in auto lungo strade urbane, extraurbane e autostrade. In particolare l’associazione punta il dito contro l’uso di cellulari e smartphone alla guida, che rappresenta in Italia la prima causa di distrazione per chi sta al volante e determina il 21,4 per cento degli incidenti stradali registrati nel nostro paese.

Leggi tutto...

Commissione antimafia a Firenze, Cantone (M5S): "Non è un caso, tanti i problemi segnalati"

consiglioregionaledue“La Commissione parlamentare antimafia non è a Firenze per caso. Viene su nostro sollecito dopo che in diciassette mesi di vita consiliare abbiamo messo sotto i riflettori scandali toscani dove la mafia aveva sempre una parte". E' quanto sostiene Enrico Cantone, consigliere regionale capogruppo M5S, che elenca le questioni sollevate: "I fanghi tossici, il caso Viareggio, l’uso discutibile dei beni confiscati come quello in piazza Signoria. In ciascuno il rapporto tra attività illecita, comitati d’affari più o meno organizzati e pubblica amministrazione è risultato specchio di un problema serio del nostro stato di diritto: a poco valgono le leggi se poi manca il controllo. Quando in un comitato portuale dove siedono rappresentanti istituzionali di Regione, Comune e Provincia - prosegue -, si assegna una concessione senza chiedere il certificato antimafia ad un’azienda che, guarda caso, è proprio guidata da esponenti della criminalità organizzata, se non altro è evidente che manca il controllo. Poi certo inquieta che il funzionario delegato da Rossi e Ceccarelli a presenziare in quella occasione, poco dopo abbia lasciato il posto di lavoro, pare, di sua iniziativa”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter