Menu
RSS

Congresso Pd, mozione Zingaretti avanti ad Altopascio

Zingaretti AltopascioCongresso Pd, Zingaretti avanti dopo il voto fra gli iscritti ad Altopascio. Con il 72 per cento di preferenze, l'assemblea del circolo del Partito Democratico di Altopascio ha votato la mozione di Nicola Zingaretti, sostenendo così la sua candidatura a segretario nazionale del Partito Democratico.
"L'ampio consenso ottenuto – dichiara Fabio Coppolella, segretario del circolo PD di Altopascio – dimostra la qualità ed il carattere innovativo della proposta politica di Nicola Zingaretti. Disponibilità al confronto ed al dialogo con gli elettori e con la società civile, una nuova cultura riformista per l'Italia e per l'Europa e la valorizzazione delle esperienze amministrative locali".

Leggi tutto...

Congresso Pd, circoli Lucca al voto per il segretario

Capannori 2Nuova segreteria nazionale del Partito Democratico, al voto anche i circoli del Comune di Lucca. La fase congressuale passa, quindi, dal territorio. Lo annuncia l’Unione comunale di Lucca del Pd che specifica come in questa prima fase del congresso il diritto di voto sia riservato agli iscritti, ferma restando la possibilità per elettori e simpatizzanti di partecipare alle discussioni sulle mozioni congressuali.

Leggi tutto...

Zingaretti a Lucca rilancia il Pd: tra la gente ce la faremo

5cd0b5ae f46b 4589 834e a3942a53f35dC’è un’idea di "sinistra che vibra potente", nelle parole di Nicola Zingaretti. Una crepa di luce che insiste a filtrare, resiliente, nell’intervento del candidato a segretario del Partito democratico alle primarie del 3 marzo prossimo. Ripartendo dall’unione e dalle alleanze, per plasmare un nuovo Pd, uno che sappia dribblare correnti e lotte fratricide per “riorganizzare la democrazia in Italia”. Arriva ieri sera (14 gennaio) in un cinema Centrale esaurito, l’attuale presidente della Regione Lazio. Tenuta casual, la penna stretta tra gli incisivi, distribuisce sorrisi e tonnellate di forza di volontà tra le pieghe di un popolo spaesato, squassato dalle mazzate di un giudizio popolare che ha inferto ferite sanguinose, dal 4 marzo in poi. E, mentre ascolta il sindaco Alessandro Tambellini parlare di “modello Lucca” e di “necessità di un nuovo partito che non sia di un leader, ma che abbia un leader capace di fare sintesi rispetto ad un apporto collettivo”, appunta le tappe di un discorso fatto tutto d’un fiato, la voce inevitabilmente alta, per scuotere un elettorato sfibrato dal torpore in cui ha saputo infilarsi.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter